Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2040 Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 28/02/2021]

Rimborso di spese e di miglioramenti

Dispositivo dell'art. 2040 Codice Civile

Colui al quale è restituita la cosa è tenuto a rimborsare il possessore delle spese e dei miglioramenti(1), a norma degli articoli 1149, 1150, 1151 e 1152.

Note

(1) Le spese sono gli esborsi volti alla conservazione del bene, mentre i miglioramenti sono quelli volti ad aumentarne il valore.

Ratio Legis

La norma è speculare alle precedenti (2033 ss. c.c.): vuole evitare che ad ottenere un vantaggio indebito sia il solvens.

Brocardi

Generaliter dicendum est quicquid quis impendit in rem, si modo sine dolo malo impendit, repetere eum posse
Impensae necessariae sunt quae, si factae non essent, res peritura aut deterior sit; utiles, quae meliorem rem faciunt; voluptuariae, quae speciem dumtaxat ornant, non etiam fructus augent

Spiegazione dell'art. 2040 Codice Civile

L’art. 2040 è norma di integrazione della ripetizione di indebito che abbia per oggetto la restituzione di una cosa determinata. Rinvio.

La disposizione in esame integra la disciplina del pagamento dell’indebito quando la ripetizione abbia per oggetto la restituzione di una cosa determinata.

Si applica, perciò, soltanto a quelle ipotesi degli art. 2037 e 2038 nelle quali là restituzione della cosa in natura pub essere chiesta e dev'essere ese­guita.

La disposizione non fa ch'estendere a chiunque, in dipendenza d'un pagamento indebito, sia divenuto possessore — anche in mala fede — della cosa, i diritti che il libro della proprietà, per le spese e per i miglioramenti della cosa stessa, durante il possesso, attribuisce al suo possessore, nell' ipo­tesi che debba restituirla.

Rinvio, perciò, al commento degli art. 1149, 1150, 1151, 1152 del co­dice — già 337, 338, 339 e 340 del libro della proprietà — e a quanto ne dice la relativa relazione al codice, sub n. 540 sgg.

Ne consegue che il possessore gode anche del diritto di ritenzione.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Massime relative all'art. 2040 Codice Civile

Cass. civ. n. 17888/2009

In tema di contratto preliminare di compravendita immobiliare, il promissario acquirente, che abbia ottenuto l'anticipata consegna del bene, ove receda dal contratto preliminare, non può pretendere, ai sensi dell'art. 2040 c.c., il rimborso di spese e miglioramenti affrontati per l'immobile, fintantoché non lo restituisce al promittente venditore.

Notizie giuridiche correlate all'articolo

Tesi di laurea correlate all'articolo

Modelli di documenti correlati all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 25 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!