Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 256 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

Irrevocabilità del riconoscimento

Dispositivo dell'art. 256 Codice civile

Il riconoscimento è irrevocabile. Quando è contenuto in un testamento [254, 679] ha effetto dal giorno della morte del testatore, anche se il testamento è stato revocato [679 ss. c.c.] (1).

Note

(1) In dottrina (Cicu in Tratt. Vassalli) si parla -non senza critiche- di discrezionalità nel riconoscere "limitata alla creazione del titolo", che vale prima dell'atto e subito dopo svanisce. Permane unanime la convinzione della irrevocabilità del riconoscimento effettuato in un testamento revocato, poichè si riconosce tutela conservativa della scheda testamentaria ante mortem rendendola acquisibile in via cautelare durante la vita del testatore.

Ratio Legis

La ratio della norma è ovviamente quella di conferire certezza giuridica ad un fondamentale rapporto creatosi con l'atto accertativo posto in essere, dal quale derivano diritti soggettivi capitali e titoli di stato indisponibili.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!