Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 170 Legge fallimentare

(R.D. 16 marzo 1942, n. 267)

[Aggiornato al 18/04/2019]

Scritture contabili

Dispositivo dell'art. 170 Legge fallimentare

Il giudice delegato, immediatamente dopo il decreto di ammissione al concordato, ne fa annotazione sotto l'ultima scrittura dei libri presentati.

I libri (1) sono restituiti al debitore, che deve tenerli a disposizione del giudice delegato e del commissario giudiziale.

Note

(1) Si intendono, tutte le scritture contabili. La norma utilizza volutamente un termine generico ("libri").

Ratio Legis

L'annotazione prevista dalla norma, per alcuni, serve a tenere separate la situazione patrimoniale precedente al concordato e quella successiva; per altri, costituirebbe una tutela dei creditori, consentendo di evitare una alterazione dei libri contabili.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!