Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 474 ter Codice penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

Circostanza aggravante

Dispositivo dell'art. 474 ter Codice penale

(1)Se, fuori dai casi di cui all’articolo 416, i delitti puniti dagli articoli 473 e 474, primo comma, sono commessi in modo sistematico ovvero attraverso l’allestimento di mezzi e attività organizzate (2), la pena è della reclusione da due a sei anni e della multa da euro 5.000 a euro 50.000.

Si applica la pena della reclusione sino a tre anni e della multa fino a euro 30.000 se si tratta dei delitti puniti dall’articolo 474, secondo comma.

Note

(1) Tale articolo è stato inserito dall’art. 15, comma 1, lett. c), della l. 23 luglio 2009, n. 99.
(2) Il riferimento è alle ipotesi di detenzione e vendita di merce contraffatta poste in essere in maniera professionale e non quindi occasionale.

Ratio Legis

Il legislatore ha qui voluto inserire un'ipotesi di circostanza aggravante speciale al fine di combattere quelle condotte poste in essere in modo sistematico o attraverso mezzi ed attività organizzate.

Spiegazione dell'art. 474 ter Codice penale

La norma in oggetto disciplina l'applicazione di due circostanze aggravanti specifiche, da riconoscersi qualora, fuori dei casi di associazione a delinquere (art. 416), i delitti di cui agli articoli 473 e 474 comma 1 siano commessi in modo sistematico ovvero attraverso l'allestimento di mezzi ed attività organizzate.

Se invece l'organizzazione di cui sopra è finalizzata alla mera detenzione per la vendita, senza alcun concorso nei delitti di contraffazione ed alterazione, trova applicazione la circostanza aggravante meno incisiva di cui al secondo comma.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.