Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 456 Codice Penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

[Aggiornato al 28/02/2021]

Circostanze aggravanti

Dispositivo dell'art. 456 Codice Penale

Le pene stabilite negli articoli 453 e 455 sono aumentate [64] se dai fatti ivi preveduti deriva una diminuzione nel prezzo della valuta o dei titoli di Stato(1), o ne è compromesso il credito nei mercati interni o esteri.

Note

(1) Il deprezzamento deve essere stabilito in rapporto al valore originario della valuta o del titolo ovvero al valore registrato al momento della spendita o della messa in circolazione degli stessi, nonché deve essere apprezzabile secondo elementi oggettivi.

Ratio Legis

Il fondamento della disposizione si situa nella necessità di tutelare il corretto svolgersi, all'interno del mercato, degli scambi tra moneta e titoli.

Spiegazione dell'art. 456 Codice Penale

La norma in esame disciplina un'ipotesi di reato aggravato dall'evento, in cui cioè non è richiesta l'effettiva volontà dell'autore di determinare una diminuzione nel prezzo della valuta e dei titoli di Stato o di compromettere il credito nei mercati interni ed esteri, essendo per contro sufficiente la mera volontà di commettere i fatti di cui agli articoli 453 e 455.

Tesi di laurea correlate all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

Testi per approfondire questo articolo

  • Efficacia giuridica e falso. Per un «concezione normativa» della fede pubblica

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: novembre 2010
    Prezzo: 26,00 -5% 24,70 €

    La novità del libro è lo studio del "falso" come figura pluridimensionale di qualificazione giuridica. Con una concezione strettamente normativa, l'autore indica negli artt. 537 e 675 c.p.p. la norma centrale dell'intero sistema di tutela della fede pubblica documentale e individua nell'efficacia giuridica (non solo di tipo probatorio) il contenuto dell'aspettativa sociale tutelata dai delitti di falso in atto pubblico, traendo, in merito al delitto di cui all'art. 479 c.p.,... (continua)