Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 391 novies Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n.477)

Attivitā investigativa preventiva

Dispositivo dell'art. 391 novies Codice di procedura penale

(1) 1. L'attività investigativa prevista dall'articolo 327bis (2), con esclusione degli atti che richiedono l'autorizzazione o l'intervento dell'autorità giudiziaria, può essere svolta anche dal difensore che ha ricevuto apposito mandato per l'eventualità che si instauri un procedimento penale.

2. Il mandato è rilasciato con sottoscrizione autenticata e contiene la nomina del difensore e l'indicazione dei fatti ai quali si riferisce.

Note

(1) Tale articolo, come l'intero Titolo all'interno del quale è inserito, è stato aggiunto dall'art. 11, della l. 7 dicembre 2000, n. 397.
(2) Si tratta delle investigazioni per ricercare ed individuare elementi di prova a favore del proprio assistito, che possono essere svolte, su incarico del difensore, dal sostituto, da investigatori privati autorizzati e, quando sono necessarie specifiche competenze, da consulenti tecnici ex art. 327 bis.

Ratio Legis

Tale disposizione è stata inserita nel codice penale al fine di fornire una più ampia tutela ai poteri e doveri del difensore.

Spiegazione dell'art. 391 novies Codice di procedura penale

Nel corso delle indagini preliminari, il diritto dell'indagato alla difesa tecnica può avvenire essenzialmente in tre modi:


  • attraverso la presentazione di memorie e richieste alla polizia giudiziaria o al pubblico ministero;

  • attraverso lo svolgimento di indagini difensive.

Tramite tale ultima forma di assistenza, si cerca di garantire la regolarità formale degli atti e la genuinità dei suoi esiti, oltre ovviamente al diritto fondamentale dell'individuo ad usufruire di una difesa che possa evitargli conseguenze pregiudizievoli.

Ad ogni modo, la norma in commento stabilisce che sin dal momento del conferimento dell'incarico professionale, il difensore ha il diritto (ed il dovere deontologico) di raccogliere elementi di prova a favore del proprio assistito.

Si precisa inoltre che l'incarico professionale può essere conferito in qualsiasi e per qualsiasi stato e grado del procedimento. La norma in commento stabilisce oltretutto che il mandato può essere conferito anche preventivamente, per l'eventualità che possa instaurarsi un procedimento penale.

Il difensore può a sua volta incaricare a tal fine un sostituto, investigatori privati e consulenti tecnici (qualora siano necessarie specifiche competenze).

Massime relative all'art. 391 novies Codice di procedura penale

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.