Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 363 Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

Interrogatorio di persona imputata in un procedimento connesso

Dispositivo dell'art. 363 Codice di procedura penale

1. Le persone imputate in un procedimento connesso a norma dell'articolo 12 sono interrogate dal pubblico ministero sui fatti per cui si procede nelle forme previste dall'articolo 210 commi 2, 3, 4 e 6 (1).

2. La disposizione del comma 1 si applica anche alle persone imputate di un reato collegato a quello per cui si procede, nel caso previsto dall'articolo 371 comma 2 lettera b) (2).

Note

(1) Tale comma è stato modificato dall’art. 8, comma 2, della l. 1 marzo 2001, n. 63.
(2) Si tratta dei casi in cui la prova di un reato o di una sua circostanza influisce sulla prova di un altro reato o di un'altra circostanza.

Ratio Legis

Tale disposizione trova il proprio fondamento nella considerazione che il P.M. riveste il ruolo di titolare delle indagini preliminari.

Spiegazione dell'art. 363 Codice di procedura penale

La norma in commento disciplina in particolare l'interrogatorio di persone imputate in un procedimento connesso a norma dell'art. 12 e le persone imputate in un reato collegato a quello per cui si procede di cui all'art. 371 comma 2 lett. b).

Tale interrogatorio segue la disciplina dell'art. 210, il che significa:


  • che al dichiarante va garantita l'assistenza difensiva;

  • che il dichiarante ha facoltà di non rispondere e di ciò deve essere avvertito;

  • che se il dichiarante è imputato o indagato di reato connesso ex art. 12 lett. c) o di reato collegato ex art. 371 comma 2 lett. b) e non ha precedentemente reso dichiarazioni concernenti responsabilità dell'indagato, il p.m. lo deve avvertire che potrebbe assumere le cesti di testimone assistito ex art. 197 bis.

Tesi di laurea correlate all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

Testi per approfondire questo articolo

  • Rapporti tra Pubblico Ministero, polizia giudiziaria e difensore nelle indagini preliminari

    Editore: Giuffrè
    Collana: Teoria pratica diritto. Penale e process.
    Data di pubblicazione: settembre 2013
    Prezzo: 27,00 -5% 25,65 €

    L'opera, arricchita dai più recenti riferimenti normativi e giurisprudenziali, presenta un quadro preciso e completo dei vari soggetti coinvolti nell'azione penale, delineando un impianto in forte sinergia, secondo il rispetto dei principi dell'obbligatorietà dell'azione penale, della disponibilità diretta e dipendenza funzionale della Polizia Giudiziaria nei confronti dell'Autorità Giudiziaria e dedicando ampia disamina anche al ruolo del difensore, parte in... (continua)