Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 791 Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

[Aggiornato al 30/06/2020]

Progetto di divisione formato dal notaio

Dispositivo dell'art. 791 Codice di procedura civile

Il notaio redige unico processo verbale delle operazioni effettuate(1).

Formato il progetto delle quote e dei lotti, se le parti non si accordano (2) su di esso, il notaio trasmette il processo verbale al giudice istruttore, entro cinque giorni dalla sottoscrizione.

Il giudice provvede come al penultimo comma dell'articolo precedente per la fissazione dell'udienza di comparizione delle parti e quindi emette i provvedimenti di sua competenza a norma dell'articolo 187.

L'estrazione dei lotti non può avvenire se non in base a ordinanza del giudice, emessa a norma dell'articolo 789 ultimo comma, o a sentenza passata in giudicato [324; disp. att. 195] (3)(4).

Note

(1) Il notaio delegato procede alla formazione del progetto delle quote e dei lotti per poi sottoporlo alle parti. Nel caso in cui le parti si accordano e se si tratta di porzioni che non risultano uguali, queste vengono attribuite direttamente ai singoli comunisti. Coloro tra questi che sono interessati possono richiedere al giudice istruttore la pronuncia del decreto che conferisca efficacia esecutiva al progetto (si cfr. l'art.195 delle disp.att).
(2) Se le parti non si accordano il notaio redige processo verbale e lo trasmette al giudice entro cinque giorni dalla sottoscrizione, il quale fissa l'udienza di comparizione delle parti e pronuncia i provvedimenti di sua competenza ex art. 187 del c.p.c..
Secondo un'autorevole opinione dottrinale, in tale sede al giudice sarebbe preclusa la facoltà di rinnovare l'invito alle parti di approvare il progetto di divisione in quanto tale attività sarebbe già stata volta infruttuosamente dal notaio. Resta salva, però, la possibilità che le parti raggiungano la conciliazione ex art. 185 del c.p.c..
(3) Nell'ipotesi in cui le parti raggiungono l'accordo ma occorre procede all'estrazione a sorte delle porzioni uguali, il notaio provvede a trasmettere al giudice l'accordo dei condividenti in ordine alla divisione della cosa comune. L'estrazione infatti potrà avvenire solamente a seguito dell'ordinanza con cui il giudice dichiara esecutivo il progetto di divisione o della sentenza, passata in giudicato cha risolve eventuali contestazioni.
(4) Si precisa che il notaio deve procedere alla verbalizzazione di tutte le operazioni di sorteggio ed il relativo risultato. Inoltre, il mancato intervento di uno dei condividenti al momento della loro effettuazione, impedisce che in ordine al progetto di divisione predisposto dal professionista possa essere raggiunto un accordo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo