Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 772 Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

[Aggiornato al 18/04/2019]

Avviso dell'inizio dell'inventario

Dispositivo dell'art. 772 Codice di procedura civile

L'ufficiale che procede all'inventario (1) deve dare avviso, almeno tre giorni prima, alle persone indicate nell'articolo precedente del luogo, giorno ed ora in cui darà inizio alle operazioni(2).

L'avviso non è necessario per le persone che non hanno residenza o non hanno eletto domicilio nella circoscrizione del tribunale, nella quale si procede all'inventario; ma in loro vece deve essere avvertito il notaio che, su istanza di chi ha chiesto l'inventario, è nominato con decreto del giudice (3) per rappresentarli [766] (4).

Note

(1) Il cancelliere o il notaio incaricato di redigere l'inventario devono comunicare alle persone indicate dalla norma precedente almeno tre giorni prima, il giorno e l'ora in cui avranno inizio le operazioni di inventario e devono ripetere l'avviso nel caso in cui la redazione dell'inventario debba essere effettuata in più sedute. La mancanza dell'avviso determina la nullità dell'inventario, con la conseguenza che, nel procedimento di accettazione con beneficio di inventario, gli eredi dovranno essere considerati quali eredi puri e semplici.
(2) Generalmente devono essere avvertiti tutti i soggetti che potrebbero essere interessati all'esatta formazione dell'inventario, e che come tali, hanno diritto di assistervi (771).
(3) La parola «pretore» è stata sostituita dalla parola «giudice» ai sensi dell'art. 105, d.lgs. 19-2-1998, n. 51, recante l'istituzione del giudice unico, a decorrere dal 2-6-1999.
(4) Come espressamente previsto dalla norma, nel caso in cui vi sono perse che non hanno residenza nè domicilio nella circoscrizione del Tribunale nella quale si procede all'inventario, il cancelliere o il notaio procedente può inviare l'avviso di inizio delle operazioni di inventario presso la loro residenza o domicilio. Diversamente, il tribunale deve nominare un notaio che rappresenti tali soggetti e al quale deve essere inviato l'avviso.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Funzione e vicende dei legati. Il legato di debito

    Collana: Quaderni «Diritto successioni e famiglia»
    Pagine: 208
    Data di pubblicazione: febbraio 2016
    Prezzo: 24 €
    Categorie: Il legato

    Lo studio propone un approccio al tema della successione a titolo particolare incentrato sulla valorizzazione degli interessi concretamente rilevanti nelle singole fattispecie: emerge così la necessità di ricostruire anche la disciplina dei legati secondo la funzione che le singole attribuzioni realizzano di volta in volta. In questa prospettiva, il legato di debito, momento di peculiare intersezione della normativa successoria con quella del rapporto obbligatorio, offre... (continua)

  • Fondi patrimoniali trust e patti di famiglia. Con e-book. Con espansione online

    Editore: Fag
    Collana: Contabilità e fisco
    Pagine: 253
    Data di pubblicazione: gennaio 2019
    Prezzo: 28,00 -5% 26,60 €
    Le attività economiche e professionali sono costantemente caratterizzate dal fattore "rischio", da una forte accelerazione dei processi di cambiamento e da un incremento dell'esigenza di salvaguardare il patrimonio personale. Il nostro panorama normativo offre una serie di istituti che si dimostrano validi strumenti di tutela del patrimonio. Occorre però valutare le peculiarità di ciascuno e prestare molta attenzione nell'utilizzo: un uso non corretto, o elusivo, ne... (continua)
  • Ambulatoria est voluntas defuncti? Ricerche sui «patti successori» istitutivi

    Editore: Giuffrè
    Collana: Univ. Milano-Fac. di giurisprudenza
    Data di pubblicazione: ottobre 2019
    Prezzo: 37,00 -5% 35,15 €
    Il tema dei patti successori sta assumendo sempre maggiore rilevanza a livello europeo e diverse sono le spinte volte a determinarne l'accoglimento nei Paesi in cui ancora sussiste un divieto di tali convenzioni. Il presente elaborato mira ad approfondire diacronicamente l'istituto (con particolare riferimento ai patti successori istitutivi), così da acquisire una conoscenza 'cumulativa' dello stesso e delle ragioni alla base del suo divieto o del suo accoglimento nei tre ordinamenti... (continua)
  • Il patto di famiglia tra fattispecie e fiducia

    Collana: Quaderni diritto successioni e famiglia
    Pagine: 88
    Data di pubblicazione: ottobre 2018
    Prezzo: 12 €
    Categorie: Patto di famiglia
    L'istituto del patto di famiglia è analizzato nelle sue possibili connessioni con il tema della proprietà fiduciaria nell'ordinamento giuridico interno, esaminando, alla luce dei diversi interessi in gioco, le possibili manifestazioni dell'autonomia privata. (continua)
  • Profili generali del testamento

    Pagine: 168
    Data di pubblicazione: gennaio 2018
    Prezzo: 20 €
    L'indagine è rivolta alla disamina dell'istituto del testamento al fine di verificare, sotto il profilo della teoria generale del negozio giuridico e dell'autonomia privata riconosciuta a ogni individuo dall'ordinamento giuridico italiano, quale sia l'attuale ruolo di questo importante strumento giuridico percepito ancora oggi nella coscienza sociale di ogni individuo come un atto rilevantissimo della propria esistenza giacché determinante delle proprie ultime volontà. (continua)