Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 766 Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

Avviso alle persone interessate

Dispositivo dell'art. 766 Codice di procedura civile

Non si può procedere alla rimozione dei sigilli senza che ne sia stato dato avviso, nelle forme stabilite nell'articolo 772 (1), alle persone indicate nell'articolo 771 (2).

Note

(1) La norma indica che i sigilli possono essere rimossi solamente dopo che sono stati avvisati il coniuge superstite, gli eredi legittimi, i legatari ed i creditori che hanno fatto opposizione alla rimozione.
(2) Al fine di avvisare le persone indicate dagli articoli menzionati dalla norma in esame, l'ufficiale che procede alla rimozione (765) deve dare avviso alle persone interessate, almeno tre giorni prima del luogo, del giorno e dell'ora in cui darà inizio alle operazioni.
In caso di fallimento, tale avviso sarà indirizzato al fallito e al comitato dei creditori i quali possono intervenire al procedimento di rimozione.

Ratio Legis

La funzione dell'avviso di cui alla presente norma è quella di consentire ai soggetti destinatari dell'avviso stesso di partecipare alla rimozione dei sigilli e di prendere parte alla redazione dell'inventario.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo