Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 14 Codice dell'ambiente

(D.lgs. 3 aprile 2006, n. 152)

[Aggiornato al 22/09/2022]

Consultazione

Dispositivo dell'art. 14 Codice dell'ambiente

1. L'avviso al pubblico di cui all'articolo 13, comma 5, lettera e), contiene almeno:

  1. a) la denominazione del piano o del programma proposto, il proponente, l'autorità procedente;
  2. b) la data dell'avvenuta presentazione dell'istanza di VAS e l'eventuale applicazione delle disposizioni di cui all'articolo 32;
  3. c) una breve descrizione del piano e del programma e dei suoi possibili effetti ambientali;
  4. d) l'indirizzo web e le modalità per la consultazione della documentazione e degli atti predisposti dal proponente o dall'autorità procedente nella loro interezza;
  5. e) i termini e le specifiche modalità per la partecipazione del pubblico;
  6. f) l'eventuale necessità della valutazione di incidenza a norma dell'articolo 10, comma 3.

2. Entro il termine di quarantacinque giorni dalla pubblicazione dell'avviso di cui al comma 1, chiunque può prendere visione della proposta di piano o programma e del relativo rapporto ambientale e presentare proprie osservazioni in forma scritta, in formato elettronico, anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi.

3. In attuazione dei principi di economicità e di semplificazione, le procedure di deposito, pubblicità e partecipazione, eventualmente previste dalle vigenti disposizioni anche regionali per specifici piani e programmi, si coordinano con quelle di cui al presente articolo, in modo da evitare duplicazioni ed assicurare il rispetto dei termini previsti dal presente articolo e dal comma 1 dell'articolo 15. Tali forme di pubblicità tengono luogo delle comunicazioni di cui all'articolo 7 e all'articolo 8 commi 3 e 4, della legge 7 agosto 1990, n. 241.

Massime relative all'art. 14 Codice dell'ambiente

Corte cost. n. 129/2011

╚ inammissibile, per assoluta genericitÓ della prospettazione, la questione di legittimitÓ costituzionale dell'art. 8, lett. b), L.R. 11 giugno 2010, n. 12, Trento, nella parte in cui stabilisce che per l'approvazione del piano provinciale della mobilitÓ (assoggettato alla valutazione ambientale strategica) la struttura e gli enti ivi previsti esprimano il loro parere entro quarantacinque giorni dalla data di ricezione della proposta di piano, in relazione all'art. 14, D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, secondo cui il termine per i pareri non pu˛ essere inferiore a sessanta giorni, in riferimento all'art. 117, 2░ comma, lett. s), Cost.

Corte cost. n. 225/2009

Non sono fondate le questioni di legittimitÓ costituzionale degli artt. 9, commi 2, secondo periodo, 4 e 6; 10, commi 2, secondo periodo, e 3; 12, commi 2, 3 e 4; 14, comma 3 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, che disciplinano contenuti e forme di pubblicitÓ del "rapporto ambientale", per ritenuta violazione del principio di leale collaborazione. Lo Stato non Ŕ infatti tenuto a concordare con le Regioni le norme di dettaglio di una disciplina riconducibile alla sua competenza legislativa esclusiva in materia di tutela dell'ambiente.

Tesi di laurea correlate all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!