Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 618 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Casi e termini d'efficacia

Dispositivo dell'art. 618 Codice civile

Nella forma speciale stabilita dall'articolo precedente possono testare soltanto coloro i quali, appartenendo a corpi o servizi mobilitati o comunque impegnati in guerra, si trovano in zona di operazioni belliche o sono prigionieri presso il nemico, e coloro che sono acquartierati o di presidio fuori della Repubblica(1) o in luoghi dove siano interrotte le comunicazioni .

Il testamento perde la sua efficacia tre mesi dopo il ritorno del testatore in un luogo dove è possibile far testamento nelle forme ordinarie [601, 615 c.c.](2).

Note

(1) Testo così modificato a seguito dell'entrata in vigore della Costituzione Italiana.
(2) Con ritorno non si intende solo lo spostamento fisico da un luogo di guerra o in cui sono interrotte le comunicazioni ad altro sicuro, ma anche la semplice cessazione dello stato di emergenza che legittimava la redazione del testamento nelle forme speciali.

Spiegazione dell'art. 618 Codice civile

Non basta la qualità di militare o impiegato presso le forze armate dello Stato per poter fare testamento in forma speciale: occorre sempre l’esistenza del presupposto comune a tutte le forme speciali testamentarie, cioè l’impossibilità o, per lo meno, la grave difficoltà di potersi giovare delle forme ordinarie. Essa è riservata, perciò, soltanto a coloro i quali, appartenendo a corpi o servizi mobilitati (a prescindere, quindi, da un formale provvedimento di mobilitazione e, quindi, anche volontari, purché combattenti per un interesse nazionale) si trovano in zone di operazioni belliche o di presidio fuori della Repubblica o in luoghi dove siano interrotte le comunicazioni.
Competenti a ricevere questo testamento sono: qualunque ufficiale (quindi non i sottufficiali, marescialli, sergenti); un cappellano militare (non pure il ministro di culto acattolico autorizzato ad esercitare l’assistenza religiosa, perché, mentre i cappellani militari costituiscono un organismo stabile dell’esercito, i ministri dei culti acattolici sono chiamati soltanto in determinate circostanze e in via transitoria ad esercitare mansioni di carattere religioso); un ufficiale della Croce Rossa, in presenza di due testimoni, i quali nemmeno è necessario che sappiano scrivere.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Clausole testamentarie

    Editore: Giuffrè
    Collana: Percorsi. I manuali e gli studi
    Data di pubblicazione: ottobre 2014
    Prezzo: 65,00 -5% 61,75 €
    Categorie: Il testamento

    Il presente volume è suddiviso in tre titoli che prendono in considerazione tutti gli aspetti teorico-redazionali della prova concorsuale mortis causa: le diverse forme di testamento; - l'istituzione di erede con particolare attenzione alla disposizioni riguardanti i legittimari, la divisione e l'institutio ex re certa; - la panoramica completa dei legati tipici ed atipici, oltre alle disposizioni a carattere patrimoniale e non, tipiche ed atipiche. Ogni paragrafo è suddiviso... (continua)

  • Funzione e vicende dei legati. Il legato di debito

    Collana: Quaderni «Diritto successioni e famiglia»
    Pagine: 208
    Data di pubblicazione: febbraio 2016
    Prezzo: 24 €
    Categorie: Il legato

    Lo studio propone un approccio al tema della successione a titolo particolare incentrato sulla valorizzazione degli interessi concretamente rilevanti nelle singole fattispecie: emerge così la necessità di ricostruire anche la disciplina dei legati secondo la funzione che le singole attribuzioni realizzano di volta in volta. In questa prospettiva, il legato di debito, momento di peculiare intersezione della normativa successoria con quella del rapporto obbligatorio, offre... (continua)

  • Revoca del legato mediante alienazione e interpretazione della volontà

    Collana: Quaderni della Rassegna di dirit. civile
    Pagine: 112
    Data di pubblicazione: giugno 2014
    Prezzo: 15 €
    Categorie: Il legato

    Il contributo analizza la revoca testamentaria nella più ampia prospettiva della diffusa, quanto discutibile, tassonomia tra atti mortis causa e atti inter vivos, altresì indagando i profili dell'oggetto della sua operatività (ribadendo la definitività e la precettività del testamento e gli equivoci concettuali troppo spesso non denunciati), le modalità di produzione degli effetti e la qualificazione in termini di negozialità, provvedendosi... (continua)

  • Ambulatoria est voluntas defuncti? Ricerche sui «patti successori» istitutivi

    Editore: Giuffrè
    Collana: Univ. Milano-Fac. di giurisprudenza
    Data di pubblicazione: ottobre 2019
    Prezzo: 37,00 -5% 35,15 €
    Il tema dei patti successori sta assumendo sempre maggiore rilevanza a livello europeo e diverse sono le spinte volte a determinarne l'accoglimento nei Paesi in cui ancora sussiste un divieto di tali convenzioni. Il presente elaborato mira ad approfondire diacronicamente l'istituto (con particolare riferimento ai patti successori istitutivi), così da acquisire una conoscenza 'cumulativa' dello stesso e delle ragioni alla base del suo divieto o del suo accoglimento nei tre ordinamenti... (continua)
  • Profili generali del testamento

    Pagine: 168
    Data di pubblicazione: gennaio 2018
    Prezzo: 20 €
    L'indagine è rivolta alla disamina dell'istituto del testamento al fine di verificare, sotto il profilo della teoria generale del negozio giuridico e dell'autonomia privata riconosciuta a ogni individuo dall'ordinamento giuridico italiano, quale sia l'attuale ruolo di questo importante strumento giuridico percepito ancora oggi nella coscienza sociale di ogni individuo come un atto rilevantissimo della propria esistenza giacché determinante delle proprie ultime volontà. (continua)