Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 1761 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Rappresentanza del mediatore

Dispositivo dell'art. 1761 Codice civile

Il mediatore può essere incaricato da una delle parti di rappresentarla negli atti relativi all'esecuzione del contratto concluso con il suo intervento [1752, 1754].

Ratio Legis

Il potere rappresentativo può essere conferito in quanto esso attiene alla fase esecutiva del contratto: pertanto, non viene violata l'imparzialità che deve caratterizzare l'operato del mediatore nella fase delle trattative prodromiche a tale stipula.

Spiegazione dell'art. 1761 Codice civile

Intervento del mediatore nell'esecuzione del contratto. Applicabilità delle disposizioni concernenti il mandato con procura

Il mediatore, come tale, una volta concluso il contratto principale, ha normalmente esaurito il suo compito e resta quindi estraneo all'esecuzione dell'obbligazione; alla quale devono, di regola, provvedere direttamente le parti contraenti. L'art. 30 del codice di commercio alludeva a questa posizione dell'intermediario col disporre che l'incarico (si intende di mediazione), in se stesso, non lo autorizzava a ricevere o a fare pagamenti, né a ricevere, o dare, adempimento alle altre obbligazioni dei contraenti, salvo uso contrario o speciale del commercio. Tale principio resta fermo anche per la legge in vigore, come si desume agevolmente dall'art. 1761. Il quale ammette l'incarico di rappresentare alcuna delle parti soltanto negli atti relativi all'esecuzione; quando cioè il mediatore cessa dalla sua funzione specifica di intermediario neutrale e può quindi liberamente agire nell'esclusivo interesse di uno dei contraenti. Naturalmente, in questa ipotesi, assume la figura e gli obblighi del rappresentante mandatario, con i diritti che a tale qualità si riconnettono.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Massime relative all'art. 1761 Codice civile

Cass. civ. n. 5861/1982

Il mediatore, la cui funzione consiste nel mettere in relazione due o più possibili contraenti, ha, nei confronti di tutti, un dovere di imparzialità; egli non può, pertanto, curare gli interessi di uno solo di essi e non può essere mandatario e rappresentarlo nella stipulazione del contratto, restando limitata la possibilità di rappresentanza soltanto nell'esecuzione del contratto concluso con il suo intervento (art. 1761 c.c.).

Cass. civ. n. 169/1975

La norma contenuta nell'art. 1761 (secondo la quale il mediatore può essere incaricato da una delle parti di rappresentarla negli atti relativi all'esecuzione del contratto concluso con il suo intervento) non esclude che il soggetto interessato debba dimostrare, ove sorga contestazione al riguardo, di aver agito nella veste esclusiva di mediatore e non anche di rappresentante di una delle parti.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • I contratti di collaborazione. Con CD-ROM

    Collana: Trattato dei Contratti
    Pagine: 1200
    Data di pubblicazione: marzo 2011
    Prezzo: 100,00 -5% 95,00 €

    L’Opera esamina i profili e la disciplina giuridica della categoria dei contratti di collabo-razione (o cooperazione), quei contratti che hanno a oggetto un’attività di gestione di af-fari altrui, compiuta da una parte contraente (il gestore) nell’interesse dell’altra (il sog-getto gerito).

    Il volume esamina pertanto le fattispecie giuridiche in materia delineate dal codice civile e dalle leggi speciali, quali il mandato, la mediazione, il contratto di... (continua)

  • Il contratto di agenzia e la mediazione

    Editore: Giuffrè
    Collana: Trattati
    Data di pubblicazione: settembre 2013
    Prezzo: 90,00 -5% 85,50 €
    Categorie: Agenzia, Mediazione

    L'opera esamina, in un quadro d'insieme e in una dialettica dottrinale/giurisprudenziale, le varie tematiche e problematiche collegate al contratto di agenzia e alla mediazione, soffermandosi su obblighi, poteri e attività di entrambe le figure dell'agente e del mediatore. Vengono analizzate le peculiarità di ciascuno dei menzionati contratti, evidenziandone le caratteristiche strutturali e funzionali senza tralasciare di porre in risalto le singole questioni suscitate dalla... (continua)

  • Il contratto di mediazione

    Editore: CEDAM
    Collana: Enciclopedia
    Data di pubblicazione: ottobre 2009
    Prezzo: 20,00 -5% 19,00 €
    Categorie: Mediazione

    Un essenziale ed utilissimo volume sulla mediazione nato dalla solida esperienza maturata dall’autrice nel corso della sua attività professionale. Ne esce, dunque, uno strumento di facile consultazione per coloro che si muovono nel settore e necessitano di un indirizzo concreto sui più recenti indirizzi giurisprudenziali e sulle norme, comprese quelle di carattere economico-finanziario, che disciplinano il settore e lo influenzano.
    Accanto ad un percorso dottrinale... (continua)