Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 442 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Concorso di aventi diritto

Dispositivo dell'art. 442 Codice civile

Quando più persone hanno diritto agli alimenti nei confronti di un medesimo obbligato, e questi non è in grado di provvedere ai bisogni di ciascuna di esse, l'autorità giudiziaria dà i provvedimenti opportuni, tenendo conto della prossimità della parentela [76] e dei rispettivi bisogni [438], e anche della possibilità che taluno degli aventi diritto abbia di conseguire gli alimenti da obbligati di grado ulteriore [441].

Ratio Legis

La norma concerne e regola la difficile ipotesi in cui la stessa persona debba prestare gli alimenti a più aventi diritto: si noti come il vincolo della prossimità della parentela e del grado tra obbligati non sia assoluto.

Spiegazione dell'art. 442 Codice civile

In linea generale, se alcuno è abbiente e tale sua condizione economica possa affermarsi in termini inequivocabili, non può non valere la regola secondo cui uno stesso soggetto, nei limiti delle sue condizioni economiche, può essere tenuto a prestare gli alimenti anche ad una pluralità di bisognosi. La difficoltà sorge nell'apprezzamento di quel quantum e di quel momento oltre i quali equità vuole che si chiamino a contribuire, nei riguardi di alcuni dei bisognosi, altre persone che siano obbligate verso costoro in via successiva al primo chiamato.
La legge fornisce al giudice alcuni criteri direttivi: prossimità della parentela, considerazione comparativa dei bisogni, esistenza riguardo ad alcuni dei bisognosi di possibili obbligati di grado ulteriore. La decisione del giudice potrà escludere alcuni dei richiedenti, i quali si rivolgeranno ad altri possibili eventuali obbligati. Così, potrà ripartire il disponibile fra quelli che restano, o anche stabilire la effettiva legittimazione in testa ad uno solo.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Mantenimento e casa coniugale. Aspetti giuridici ed economici

    Editore: Giuffrè
    Collana: Fatto & diritto
    Data di pubblicazione: marzo 2011
    Prezzo: 20,00 -5% 19,00 €

    Il volume analizza l'istituto del mantenimento del coniuge e dei figli nella separazione e nel divorzio, con un'ampia disamina dei mezzi di tutela e di garanzia predisposti a loro favore. Tra gli strumenti di tutela voluti dal legislatore per attenuare gli effetti della separazione, ci si sofferma, in particolare, sull'assegnazione della casa familiare esaminandone nozione e criteri per l'attribuzione della stessa sia ai figli che al genitore anche non coniugato. Gli argomenti trattati... (continua)