Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE
Diritto tributario -

Il rimborso dell’imposta alla luce della giurisprudenza della Corte di Giustizia e della CEDU, con particolare riferimento all’Iva

AUTORE:
ANNO ACCADEMICO: 2018
TIPOLOGIA: Tesi di Laurea Magistrale
ATENEO: Università degli Studi di Parma
FACOLTÀ: Giurisprudenza
ABSTRACT
Con il presente lavoro mi sono posta l’obbiettivo di analizzare l’istituto del rimborso dell’imposta, con particolare attenzione all’Iva, alle pronunce della Corte di Giustizia e della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.
Il rimborso può nascere in due casi: nel primo, avremo il rimborso da eccedenza detraibile, in cui il contribuente diverrà creditore tutte le volte in cui l’ammontare dell’imposta sugli acquisti e sulle importazioni, per cui il soggetto passivo avrà esercitato il diritto di detrazione, sarà superiore all’ammontare dell’imposta dovuta nel medesimo anno in relazione alle operazioni imponibili effettuate; nel secondo, quando vi sia stato a monte un versamento indebito, inteso come il caso in cui il pagamento è in tutto o in parte non dovuto. Nell’elaborato ho cercato di tracciare le linee guida riguardanti l’istituto, poiché la normativa che regola la materia del rimborso è disseminata in diverse leggi tributarie che, nella maggior parte dei casi, la regolano solo parzialmente.
Il rimborso è un istituto che tocca diversi ambiti della disciplina tributaria, difatti effettuarne un esame esaustivo sarebbe stato impossibile, ragion per cui ho deciso di esaminare i punti maggiormente controversi in ambito nazionale ed europeo.
Nella prima parte dell’elaborato ho esaminato la normativa riguardante il rimborso ed i principi da cui scaturisce, per poi passare al rimborso dell’Iva, tema ampiamente dibattuto in dottrina e giurisprudenza, concludendo con l’esame della giurisprudenza della Corte di Giustizia e della Corte EDU.

Indice (COMPLETO)Apri

Bibliografia (ESTRATTO)Apri

Tesi (ESTRATTO)Apri

Norme di riferimento