Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE
Diritto del lavoro e previdenza sociale -

Il licenziamento disciplinare nel pubblico impiego

AUTORE:
ANNO ACCADEMICO: 2020
TIPOLOGIA: Tesi di Laurea Magistrale
ATENEO: Universitā degli Studi di Catania
FACOLTÀ: Giurisprudenza
ABSTRACT
Con il presente lavoro di tesi si intende analizzare il delicato tema del ‹‹licenziamento disciplinare››, riservando particolare attenzione alla genesi e all'evoluzione della fattispecie del licenziamento disciplinare nel pubblico impiego. Pertanto, l'oggetto della trattazione risulterà limitato alle varie ipotesi di licenziamento disciplinare nel pubblico impiego con annesse riforme. Un riferimento particolare sarà concesso alla rinnovazione del procedimento disciplinare in caso di licenziamento nel pubblico settore e alle novità apportate dal nuovo decreto “i furbetti del cartellino”.
L’elaborato si compone di tre capitoli. Il primo capitolo cerca di realizzare un quadro generale sul diritto del lavoro in sé, (nascita, evoluzione storica, trasformazione, prime codificazioni e ripartizioni). Il secondo capitolo, invece, si concentra su un’analisi specifica di una delle modalità di estinzione del rapporto di lavoro, ovvero il licenziamento disciplinare nel pubblico impiego, il quale viene approfondito sulla base delle svariate riforme che in materia si sono successe nel tempo, con eventuali modifiche sia di diritto che di fatto, attenzionando specificatamente il nuovo procedimento disciplinare e quali tutele vengono garantite ai sensi di legge al lavoratore. Infine, il terzo capito, è un confronto tra il procedimento disciplinare e il procedimento penale del dipendente pubblico. Si mettono a confronto due sistemi giuridici molto diversi, che nel corso degli anni hanno interessato sia la dottrina nazionale che comunitaria. Concludendo, la trattazione mira ad esporre le modalità d’applicazione di tale istituto all’interno dell’ordinamento giuridico italiano.

Indice (COMPLETO)Apri

Tesi (ESTRATTO)Apri