Cassazione civile Sez. II sentenza n. 29252 del 22 dicembre 2020

(1 massima)

(massima n. 1)

A seguito dell'accettazione dell'ereditą con beneficio d'inventario, prescritta, a pena di inammissibilitą dell'azione, dall'art. 564 c.c., l'erede beneficiato risponde dei debiti ereditari e dei legati non solo "intra vires hereditatis", e cioč non oltre il valore dei beni a lui pervenuti a titolo di successione, ma altresģ esclusivamente "cum viribus hereditatis", con esclusione cioč della responsabilitą patrimoniale in ordine a tutti gli altri suoi beni, che i creditori ereditari e i legatari non possono aggredire, sicchč gią in fase antecedente l'esecuzione forzata č preclusa ogni misura anche cautelare sui beni propri dell'erede, vale a dire diversi da quelli a lui provenienti dalla successione. (Rigetta, CORTE D'APPELLO FIRENZE, 21/03/2016).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 15 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.