Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 300 Codice penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

[Aggiornato al 27/11/2019]

Condizione di reciprocità

Dispositivo dell'art. 300 Codice penale

Le disposizioni degli articoli 295, 296, [297](1) e 299 si applicano solo in quanto la legge straniera garantisca, reciprocamente, al Capo dello Stato italiano o alla bandiera italiana parità di tutela penale.

I Capi di missione diplomatica sono equiparati ai Capi di Stati esteri, a norma dell'articolo 298, soltanto se lo Stato straniero concede parità di tutela penale ai Capi di missione diplomatica italiana.

Se la parità della tutela penale non esiste, si applicano le disposizioni dei titoli dodicesimo e tredicesimo(2) [575-624], ma la pena è aumentata [64].

Note

(1) L'articolo 297 è stato abrogato dalla l. 25 giugno 1999, n. 205 (art. 18, comma 1).
(2) Viene comunque garantita una residuale tutela, anche in mancanza della condizione di reciprocità, tramite la previsione di una circostanza aggravante speciale, da applicarsi però ai comuni delitti contro la persona e contro i patrimonio.

Ratio Legis

La ratio della norma si ravvisa nell'esigenza di evitare che agli interessi stranieri venga accordata dall'Italia una protezione maggiore rispetto a quella su cui può contare, in analoghe situazioni, lo Stato italiano.

Spiegazione dell'art. 300 Codice penale

Si tratta di una condizione di reciprocità, che sussiste quando l'ordinamento straniero, mediante la previsione di un'autonoma categoria d delitti o la previsione di circostanze aggravanti, mostri di dare adeguata rilevanza ad interessi omogenei, a quelli cui si riferiscono i reati in esame. A ciò si aggiunga che deve esservi un analogo giudizio di disvalore, misurato sul piano del trattamento sanzionatorio.
Si ha reciprocità alla condizione che lo Stato estero consideri alla stessa stregua, nei loro elementi essenziali, i delitti a contenuto analogo commessi nel suo territorio.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

Testi per approfondire questo articolo