Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 808 bis Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

[Aggiornato al 29/04/2022]

Convenzione di arbitrato in materia non contrattuale

Dispositivo dell'art. 808 bis Codice di procedura civile

Le parti possono stabilire, con apposita convenzione, che siano decise da arbitri le controversie future relative a uno o più rapporti non contrattuali determinati. La convenzione deve risultare da atto avente la forma richiesta per il compromesso dall'articolo 807(1).

Note

(1) Questo articolo è stato aggiunto dal D.Lgs. n. 40/2006.

Spiegazione dell'art. 808 bis Codice di procedura civile

La norma in esame ha introdotto la possibilità di una convenzione avente ad oggetto la compromettibilità di controversie future relative a rapporti non contrattuali, rimuovendo il divieto in tal senso esistente e derivante dagli artt. 806 e 808 c.p.c.
E’ stato a tal fine prevista, accanto al compromesso ed alla clausola compromissoria, una c.d. "convenzione di arbitrato", volta proprio a consentire di sottomettere ad arbitri le controversie future.

L’aspetto innovativo introdotto dalla norma in esame consiste nella possibilità di predisporre la convenzione arbitrale per controversie future, attinenti a uno o più rapporti anche non contrattuali, purché determinati, nel rispetto delle forme richieste dall'art. 807 del c.p.c. per il compromesso e a condizione che il rapporto giuridico devoluto agli arbitri sia disponibile.
Essa può trovare applicazione solo per le controversie future e non per controversie già insorte, nel qual caso troveranno applicazione le norme dettate in tema di compromesso.
Un esempio può individuarsi nelle controversie tra assicurazioni in tema di risarcibilità dei sinistri, ovvero nelle controversie aventi ad oggetto un illecito extra-contrattuale.
Possono farsi rientrare nel capo di previsione di questa norma la responsabilità pre-contrattuale, l'arricchimento indebito, la concorrenza sleale, la responsabilità derivante dalla rovina e difetti di cose immobili, la responsabilità da prodotto difettoso, le controversie relative al diritto di proprietà o altro diritto reale.
La convenzione è ammissibile anche per le controversie in materia successoria, per mezzo delle quali si mira a dirimere le liti future tra eredi e legatari relative ai rapporti giuridici che nascono dall'apertura della successione.

Trattandosi di controversie future, le stesse possono individuarsi per relationem, facendo riferimento ad un determinato rapporto, senza che sia necessaria la previa determinazione formale del loro oggetto; a tal fine occorre che la convenzione indichi i criteri idonei a individuare il rapporto giuridico.

Un limite da rispettare è costituito dal principio generale secondo cui deve esservi assoluta identità tra coloro che stipulano la clausola e coloro tra i quali insorgeranno le controversie.
Soltanto chi si afferma titolare del rapporto giuridico, o chi ne ha la legittimazione a disporne, può legittimamente stipulare il patto compromissorio.
Qualora si realizzi il trasferimento della situazione giuridica soggettiva, la convenzione arbitrale sarà opponibile al successore a condizione che vi sia una esatta coincidenza tra il rapporto giuridico ceduto e quello assistito dalla convenzione arbitrale, che dovrà anche risultare fornita di data certa anteriore al trasferimento.

In considerazione dell’espressione utilizzata dalla norma in esame, nella parte in cui è detto “La convenzione deve risultare...”, la quale ripropone la stessa espressione utilizzata nel primo comma dell’art. 808 del c.p.c., si ritiene che la forma scritta sia richiesta soltanto ad probationem.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Idee regalo per avvocati e cultori del diritto