Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 768 Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

Disposizione generale

Dispositivo dell'art. 768 Codice di procedura civile

Le disposizioni di questo capo si osservano in ogni altro caso in cui si debba procedere ad apposizione o rimozione di sigilli, salvo che la legge stabilisca altrimenti (1).

Note

(1) I procedimenti di apposizione dei sigilli possono essere utilizzati ogni qual volta sia necessario salvaguardare gli interessi patrimoniali di un determinato soggetto. Essi sono espressamente previsti dall'art. 48 del c.c. relativo alla nomina del curatore della persona scomparsa, dall'art. 361 del c.c. relativo all'apposizione dei sigilli sui beni del minore prima che il tutore o il protutore abbiano assunto le loro funzioni, dall'art. 424 del c.c. che estende la tutela dei minori anche agli interdetti, dagli artt. 84-87 della legge fallimentare.

Ratio Legis

L'articolo in analisi fa sì che le norme contenute negli artt. 752-767 abbiano un ambito di applicazione generale poichè pur essendo dettate in materia di successione ereditaria risultano applicabili in tutti i casi in cui la sigillazione sia utile per tutelare gli interessi patrimoniali di un soggetto (si cfr. 361 e 424 c.c.).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo