Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 1563 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Scadenza delle singole prestazioni

Dispositivo dell'art. 1563 Codice civile

Il termine stabilito per le singole prestazioni si presume pattuito nell'interesse di entrambe le parti.

Se l'avente diritto alla somministrazione ha la facoltà di fissare la scadenza delle singole prestazioni, egli deve comunicarne la data al somministrante con un congruo preavviso (1).

Note

(1) La congruità si determina in relazione al tipo di prestazione dovuta: così, ad esempio, il giudizio è diverso se entrambe le parti hanno sede nella medesima città piuttosto che se risiedono a notevoli distanze; così come, di regola, serve un maggior preavviso a chi deve consegnare merce fresca piuttosto che confezionata.

Ratio Legis

La presunzione di cui al primo comma si giustifica in considerazione dell'accordo che le parti raggiungono per la fornitura delle prestazioni. Se, invece, è il somministrato a fissare il termine, questi deve comunque mettere la controparte in grado di adempiere senza difficoltà.

Spiegazione dell'art. 1563 Codice civile

Termine delle prestazioni

Data la natura del rapporto — che stringe in un vincolo intimo continuativo l'economia aziendale del somministrante con quella del somministrato, le quali si integrano reciprocamente e sono l'una dell'altra in funzione — si comprende come i termini di consegna delle singole prestazioni operino nell'interesse di entrambe le parti, assumendo, per norma, carattere essenziale. Come infatti l'organizzazione produttiva o di accaparramento, del somministrante, deve trovare nelle epoche prestabilite il proprio sfogo di collocamento, con che tutta l'organizzazione mantiene il suo ritmo ed i capitali impiegati possono reintegrarsi attraverso il periodico incasso dei corrispettivi di prezzo, così le esigenze di consumo o di uso del somministrando devono trovare nella puntualita — oltreché nella adeguatezza — delle somministrazioni, quella sicurezza e quella tranquillità di costante approvvigionamento per cui si fa ricorso al rapporto, invece di provvedere man mano ad acquisti diretti.

Trattasi, ad ogni modo, di una presunzione conforme ai normali atteggiamenti ed alla funzione tipica del rapporto, essenzialmente bilaterale e corrispettiva. Per cui, in casi particolari, deve ritenersi ammessa la prova contraria, nel senso che it ritardo non abbia frustrato l'interesse ne arrecato danno ad alcuna delle due parti o ad una di esse.
Altrimenti l' essenzialità del termine produrrà i suoi effetti normali, inerenti alla non necessità della costituzione in mora ed alla operatività come una delle cause di risoluzione del contratto; nei sensi e con i temperamenti degli articoli seguenti.


Termini non prestabiliti

Quanto esposto sopra, presuppone che i termini di consegna siano stati prestabiliti, in modo da operare automaticamente, per il solo fatto della loro scadenza.
Può accadere tuttavia, nelle somministrazioni a carattere periodico, che i termini di consegna siano lasciati, entro un certo ambito, alla contingente fissazione del somministrato, a seconda del maturare delle sue esigenze di consumo o di uso. Siccome, peraltro, l'organizzazione aziendale del fornitore non può essere lasciata in balia del somministrato, né potrebbesi pretendere che egli tenga permanentemente a di lui disposizione quantitativi ingenti di merci o prodotti che potrebbero anche deteriorare, od altrimenti che provveda affrettatamente e con naturale maggiore dispendio a procurarsi il fabbisogno per la consegna, così il capoverso dell'articolo dispone che in tali casi la data fissata dal somministrato per le singole consegne debba essere comunicata preventivamente al somministrante entro congruo termine. Non che l'organizzazione approvvigionativa per le consegne debba essere improvvisata o rifatta volta a volta, il che sarebbe contrario alla natura ed ai presupposti del rapporto, ma possibilità per il fornitore, attraverso un congruo preavviso, di mettere a punto per la scadenza indicata quella operante o potenziale organizzazione, il che aderisce anche all'interesse del somministrando di conseguire le prestazioni, non solo puntuali, ma adeguate e rispondenti alle qualità richieste, il che tutto abbisogna di un congruo periodo di preparazione.

La congruità del termine di preavviso sarà in relazione alla natura ed entità delle prestazioni, con rimessione, in ogni caso, al discrezionale apprezzamento del giudice di merito.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Massime relative all'art. 1563 Codice civile

Cass. civ. n. 1502/1971

Il disposto dell'art. 1563 c.c., per il quale nel contratto di somministrazione il termine stabilito per le singole prestazioni si presume pattuito nell'interesse di entrambe le parti, non ha inteso derogare ai principi generali in materia di termine sulle obbligazioni.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Le tutele del lavoratore somministrato

    Editore: Aracne
    Pagine: 268
    Data di pubblicazione: dicembre 2018
    Prezzo: 16 €
    La somministrazione di manodopera è un fenomeno articolato le cui modalità operative si prestano facilmente a configurare fattispecie fraudolente in ambiti sia nazionale che transnazionale, con soccombenza dei diritti dei lavoratori in missione. Sotto il profilo nazionale, infatti, la somministrazione deve trovare i propri spazi nel confronto con forme di appalto e pseudoappalto, non sempre attuati a termine di legge e, troppo spesso, deve competere con forme di caporalato da... (continua)