Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 1519 ter Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

Conformità al contratto

[ABROGATO]

Dispositivo dell'art. 1519 ter Codice civile

Articolo abrogato dall'art. 146, comma 1 lett. s) d.lgs. 6 settembre 2005, n. 206, Codice del Consumo.

[Il venditore ha l'obbligo di consegnare al consumatore beni conformi al contratto di vendita [1476].

Si presume [2728] che i beni di consumo siano conformi al contratto se, ove pertinenti, coesistono le seguenti circostanze: a) sono idonei all'uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo; b) sono conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualità del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello [1522]; c) presentano la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicità o sull'etichettatura; d) sono altresì idonei all'uso particolare voluto dal consumatore e che sia stato da questi portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto e che il venditore abbia accettato anche per fatti concludenti.

Non vi è difetto di conformità se, al momento della conclusione del contratto, il consumatore era a conoscenza del difetto o non poteva ignorarlo con l'ordinaria diligenza o se il difetto di conformità deriva da istruzioni o materiali forniti dal consumatore.

Il venditore non è vincolato dalle dichiarazioni pubbliche di cui al comma secondo, lettera c), quando, in via anche alternativa, dimostra che: a) non era a conoscenza della dichiarazione e non poteva conoscerla con l'ordinaria diligenza; b) la dichiarazione è stata adeguatamente corretta entro il momento della conclusione del contratto in modo da essere conoscibile al consumatore; c) la decisione di acquistare il bene di consumo non è stata influenzata dalla dichiarazione.

Il difetto di conformità che deriva dall'imperfetta installazione del bene di consumo è equiparato al difetto di conformità del bene quando l'installazione è compresa nel contratto di vendita ed è stata effettuata dal venditore o sotto la sua responsabilità. Tale equiparazione si applica anche nel caso in cui il prodotto, concepito per essere installato dal consumatore, sia da questo installato in modo non corretto a causa di una carenza delle istruzioni di installazione.]

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Rent to buy, leasing immobiliare e vendita con riserva della proprietà. Profili civilistici, processuali e tributari

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: gennaio 2017
    Prezzo: 20,00 -5% 19,00 €
    I saggi raccolti in questo volume esaminano da una prospettiva multidisciplinare alcune figure contrattuali, che consentono ad una parte di acquisire il godimento di un bene immobile prima del pagamento integrale del prezzo, rinviando a tale momento il trasferimento della proprietà, a garanzia del creditore. Accanto alle nuove fattispecie dei contratti di godimento in funzione della successiva alienazione (ed. rent to buy) vengono in considerazione il leasing e la vendita con riserva... (continua)
  • Contratto di godimento in funzione della successiva alienazione d'immobile (cd. «rent to buy»)

    Editore: CEDAM
    Pagine: 423
    Data di pubblicazione: maggio 2018
    Prezzo: 45,00 -5% 42,75 €
    Il volume analizza e ricostruisce la disciplina giuridica del «contratto di godimento in funzione della successiva alienazione di immobile» introdotto dall’art. 23 d.l. 12 settembre 2014, n. 133, e noto tra gli operatori giuridici come contratto di “rent to buy”. Nel presente lavoro, segnatamente, vengono approfonditi gli elementi essenziali e costitutivi del contratto, le obbligazioni del concedente, quelle del conduttore, la trascrizione del negozio,... (continua)
  • Dal preliminare alla compravendita immobiliare

    Collana: Diritto in chiaro
    Pagine: 229
    Data di pubblicazione: aprile 2019
    Prezzo: 23,00 -5% 21,85 €
    Il volume esamina le diverse fasi della vendita di un immobile: dalla predisposizione della puntuazione, al contratto preliminare fino a giungere al momento del contratto definitivo. Ampio spazio è dedicato non solo alla disciplina codicistica ma anche a quella speciale, in particolare modo alle norme urbanistiche, alla disciplina dei beni sottoposti a vincoli culturali, alla normativa sulla compravendita di immobili da costruire e all'edilizia convenzionata. Il volume affronta e... (continua)
  • Pagamenti internazionali. Con Contenuto digitale per download e accesso on line

    Editore: Ipsoa
    Collana: Guide operative
    Data di pubblicazione: aprile 2018
    Prezzo: 35,00 -5% 33,25 €
    Il libro illustra le principali forme di pagamento e di garanzia utilizzate nella vendita internazionale, individuando caratteristiche e criticità di ciascuna al fine di circoscriverne l'utilizzo in un'ottica di riduzione e di gestione dei rischi tipici degli scambi internazionali. L'obbligazione di un compratore di pagare una somma di denaro in cambio di merce o di servizi, pone quest'ultimo in una posizione di rischio, quello dell'eventuale mancato pagamento, la cui gestione... (continua)