Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Brocardo

Res iudicata

Traduzione

Cosa giudicata

Spiegazione

La cosa giudicata indica la immodificabilità del provvedimento del giudice, quando sono stati esperiti tutti i mezzi di impugnazione contro di esso, previsti dalla legge, ovvero quando essi non sono più proponibili per il decorso dei termini. La sentenza passa in giudicato formale quando essa non è più soggetta né a regolamento di competenza, né ad appello, né a ricorso per cassazione, né a revocazione per i motivi di cui ai nn. 4 e 5 dell'art. 395. L'accertamento contenuto nella sentenza passata in giudicato fa stato ad ogni effetto tra le parti, i loro eredi o aventi causa (res iudicata alii non nocet, la cosa giudicata non nuoce ai terzi). La cosa giudicata sostanziale impone alle parti l'obbligo di osservare quanto stabilito dal giudice quasi come se fosse una legge speciale vigente solo nei loro confronti. Anche in campo penale vale la nozione elaborata nel campo civilistico. Il codice di procedura civile tratta l'istituto nel libro X, sotto il titolo "Giudicato" e dichiara tali quelli contro le quali non è ammessa impugnazione diversa dalla revisione.

Tag associati

Articoli collegati

Testi per approfondire "Cosa giudicata"

  • Giustizia civile. Le ragioni di una crisi

    Autore: Modena Marco
    Editore: Aracne
    Pagine: 316
    Data di pubblicazione: novembre 2019
    Prezzo: 22 €
    Categorie: Giusto processo
    Il volume esamina il problema della lentezza della giustizia civile e delle sue cause, sostenendo la necessità di un ritorno all'approccio tradizionale, seguito fino a 15-20 anni fa, che vedeva nell'insufficienza delle risorse destinatele, soprattutto umane, le ragioni della crisi della giustizia. Tale approccio è stato abbandonato negli ultimi tempi per una nuova impostazione ispirata dall'ideologia neo-liberista, che vede nell'organizzazione di tipo aziendale la vera soluzione... (continua)

→ Altri libri su Cosa giudicata ←