Cassazione civile Sez. VI-2 ordinanza n. 1186 del 17 gennaio 2019

(1 massima)

(massima n. 1)

L'obbligo di rendiconto che, quale mandatario con rappresentanza dei condomini, l'amministratore Ŕ tenuto a osservare con riferimento alle somme detenute per conto del condominio, pu˛ dirsi adempiuto quando egli abbia fornito la prova, attraverso i necessari documenti giustificativi, non soltanto della somma incassata e dell'entitÓ e causale degli esborsi, ma anche di tutti gli elementi funzionali all'individuazione e al vaglio delle modalitÓ di esecuzione dell'incarico, onde stabilire se il suo operato si sia adeguato, o meno, a criteri di buona amministrazione (nella specie, la S.C., in una fattispecie anteriore all'entrata in vigore della l. n. 220 del 2012, ha confermato la decisione di merito che, sulla base delle prove raccolte nel processo, aveva ritenuto raggiunta la dimostrazione del versamento di una somma di pertinenza del condominio su un conto corrente di gestione intestato all'amministratore e del suo successivo impiego per coprire passivitÓ condominiali). (Rigetta, CORTE D'APPELLO ROMA, 26/11/2015)

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.