Consiglio di Stato Sez. IV sentenza n. 676 del 28 gennaio 2011

(4 massime)

(massima n. 1)

Se Ŕ vero che un provvedimento di proroga del termine fissato nella dichiarazione di pubblica utilitÓ pu˛ validamente essere adottato solo prima della scadenza del termine medesimo, tuttavia non pu˛ dirsi che la proroga tardivamente adottata sia nulla.

(massima n. 2)

Un eventuale accordo tra amministrazione e proprietario sull'ammontare dell'indennitÓ Ŕ destinato a perdere efficacia qualora il procedimento espropriativo non si concluda con il negozio di cessione o con il decreto di esproprio.

(massima n. 3)

La procedura di acquisizione in sanatoria di un'area occupata "sine titulo", prevista dall'art. 43, T.U. 8 giugno 2001 n. 327, trova una generale applicazione anche con riguardo alle occupazioni attuate prima dell'entrata in vigore di detta norma, come testualmente si ricava anche dal successivo art. 57 che, richiamando i źprocedimenti in corso╗, ha introdotto norme transitorie unicamente per individuare l'ambito di applicazione della riforma in relazione alle diverse fasi fisiologiche del procedimento sostanziale, mentre l'atto di acquisizione ex art. 43 Ŕ emesso ab externo del procedimento espropriativo e non rientra, pertanto, nell'ambito di operativitÓ della normativa.

(massima n. 4)

Laddove la P.A. abbia non solo affidato ad altro soggetto la realizzazione dell'opera pubblica, ma anche delegato lo stesso per lo svolgimento delle procedure espropriative, in caso di danni cagionati all'espropriato per occupazione illegittima, si configura la responsabilitÓ solidale tra delegante e delegato quante volte vi siano elementi idonei a evidenziare un concorso di colpa fra di essi (anche solo per omesso controllo del primo sul secondo), e salva la diversa conclusione cui pu˛ pervenirsi sulla base di concreti e specifici elementi che escludano la responsabilitÓ dell'uno o dell'altro dei predetti soggetti.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 15 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.