Consiglio di Stato Sez. VI sentenza n. 1670 del 19 marzo 2009

(2 massime)

(massima n. 1)

In base al principio dell'effetto utile, l'invaliditÓ di un atto per vizi procedurali pu˛ essere riconosciuta solo quando gli adempimenti formali omessi non ammettano equipollenti, per il raggiungimento dello scopo perseguito.

(massima n. 2)

In base al principio di strumentalitÓ delle forme, di cui sono oggi espressione gli artt. 21 octies e 21 nonies della L. n. 241 del 1990, l'invaliditÓ di un atto per vizi procedurali pu˛ essere riconosciuta solo quando gli adempimenti formali omessi non ammettano equipollenti, per il raggiungimento dello scopo perseguito.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.