Cassazione civile Sez. II sentenza n. 4023 del 2 settembre 1978

(2 massime)

(massima n. 1)

Il principio, proprio del recesso unilaterale previsto nell'art. 1373 c.c. - in base al quale, eccezion fatta per i contratti a esecuzione continuata e periodica, la facoltā di recedere non puō essere esercitata quando il contratto abbia avuto un principio di esecuzione - non č applicabile al cosiddetto Ģrecessoģ che trova il suo presupposto e la sua giustificazione nell'inadempimento dell'altra parte, il quale non č eliminato Ģin radiceģ da una parziale esecuzione del contratto. (Nella specie, il giudice del merito aveva ritenuto che il versamento della caparra implicava la natura preliminare del contatto di vendita).

(massima n. 2)

La causa giuridica di garanzia, propria della caparra confirmatoria, sussiste ogniqualvolta il contratto generi un'obbligazione il cui inadempimento possa essere, secondo i comuni principi o in base alla volontā delle parti, tale da alterare la natura e la finalitā del rapporto complessivo in modo cosė radicale da generare nel contraente leso un diritto potestativo alla risoluzione del rapporto medesimo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.