Cassazione civile Sez. II sentenza n. 6947 del 5 giugno 1992

(2 massime)

(massima n. 1)

In virt¨ del rinvio operato dall'art. 359 c.p.c. alle disposizioni del procedimento di primo grado, l'art. 291, secondo cui in caso di mancata costituzione del convenuto il giudice istruttore il quale rilevi un vizio che comporti la nullitÓ della notificazione della citazione assegna all'attore un termine perentorio per rinnovarla, si applica anche in appello con riguardo alla notifica dell'atto d'impugnazione. Tale nullitÓ pu˛ essere rilevata anche in sede di decisione da parte del collegio, che all'uopo rimetterÓ la causa al giudice istruttore.

(massima n. 2)

L'amministratore di un condominio che sia anche abilitato all'esercizio della professione forense pu˛ agire direttamente in giudizio ai sensi dell'art. 86 c.p.c. per l'esercizio delle facoltÓ conferitegli dagli artt. 1130 e 1131 c.c. nell'esplicazione delle attribuzioni inerenti alla specificata sua qualitÓ (nella specie, per la riscossione dei contributi condominiali), senza necessitÓ di ulteriore procura.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.