Cassazione civile Sez. III sentenza n. 1094 del 5 febbraio 1991

(2 massime)

(massima n. 1)

Con riguardo al risarcimento del danno derivante da responsabilitÓ civile per la circolazione di veicoli a motore, a norma del secondo comma dell'art. 4 del D.L. 23 dicembre 1976 n. 857 (conv., con modifiche, in L. 26 febbraio 1977 n. 39), interpretato in senso coerente con il principio di paritÓ stabilito dall'art. 3 della Costituzione, il danneggiato lavoratore dipendente od autonomo al fine della dimostrazione del danno sofferto per lucro cessante pu˛ essere ammesso a fornire la prova contraria a quanto risulta dalle dichiarazioni fiscali sia nel caso in cui abbia presentato dichiarazione incompleta o infedele sia nel caso in cui non abbia presentato denuncia dei redditi (pur avendone l'obbligo).

(massima n. 2)

In tema di assicurazione obbligatoria della responsabilitÓ civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, l'azione di surrogazione riconosciuta dall'art. 28 della L. 24 dicembre 1969 n. 990 all'istituto di assicurazione sociale del danneggiato, ai fini del rimborso delle spese da esso sostenute per prestazioni erogate al danneggiato stesso, soggiace, in assenza di una disciplina processuale speciale, alle norme generali del c.p.c., con la conseguenza che il danneggiato perde la legittimazione ad agire, per la parte di risarcimento per cui il suindicato istituto ha dichiarato di volersi surrogare, solo se quest'ultimo partecipi al giudizio risarcitorio, ovvero se la successione particolare nel credito sia avvenuta prima di detto giudizio, mentre, ove tale successione si sia realizzata successivamente, il processo deve continuare tra le parti originarie, ai sensi dell'art. 111 c.p.c., e la pronuncia di condanna al ristoro va emessa a favore del danneggiato anche per la parte di risarcimento oggetto di pretesa da parte dell'istituto di assicurazione sociale.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.