Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 288 Codice penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

Arruolamenti o armamenti non autorizzati a servizio di uno Stato estero

Dispositivo dell'art. 288 Codice penale

Chiunque nel territorio dello Stato e senza approvazione del Governo arruola o arma cittadini, perché militino al servizio o a favore dello straniero (1), è punito con la reclusione da quattro a quindici anni.

La pena è aumentata se fra gli arruolati sono militari in servizio, o persone tuttora soggette agli obblighi del servizio militare (2).

Note

(1) Il delitto si consuma nel momento e nel luogo in cui uno o più cittadini vengono arruolati o sono loro consegnate armi o munizioni, senz ala necessità che tali soggetti siano passati all'estero o abbiano preso effettivamente servizio.
(2) Si tratta di una circostanza aggravante speciale, che aumenta di un terzo la pena prevista.

Ratio Legis

La disposizione trova la sua ragion d'essere nella esclusività attribuita allo Stato di arruolare persone all'interno del proprio territorio.

Spiegazione dell'art. 288 Codice penale

Il bene giuridico tutelato è l'esclusività dello Stato di poter arruolare persone civili e militari all'interno del proprio territorio.

Viene richiesto il dolo specifico, nel senso che l'autore del fatto deve aver agito con il fine precipuo di arruolare civili o militari al servizio o a favore dello straniero, non richiedendosi che lo Stato straniero sia anche in conflitto con lo Stato italiano.

Per quanto riguarda il secondo comma, è prevista una circostanza aggravante qualora le persone arruolate siano appunto militari in servizio o persone soggette all'obbligo di leva.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

Testi per approfondire questo articolo