Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 739 Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

[Aggiornato al 30/10/2020]

Divieto di estradizione e di nuovo procedimento

Dispositivo dell'art. 739 Codice di procedura penale

1. Nei casi di riconoscimento ai fini dell'esecuzione della sentenza straniera, salvo che si tratti dell'esecuzione di una confisca, il condannato non può essere estradato né sottoposto di nuovo a procedimento penale nello Stato per lo stesso fatto, neppure se questo viene diversamente considerato per il titolo, per il grado o per le circostanze [649](1).

Note

(1) Si tratta di una logica conseguenza del riconoscimento, fermo restando che tale istituto continua a coesistere con la prospettiva del rinnovamento del giudizio, di cui all'art. 11 del codice penale, rispetto al quale si pone in alternativa.

Ratio Legis

La disposizione in esame trova il proprio fondamento nel c.d. divieto di ne bis in idem, previsto sia sotto il profilo del rinnovamento del giudizio, sia sotto quello estradizionale.

Spiegazione dell'art. 739 Codice di procedura penale

Il principio del ne bis in idem impedisce che contro la medesima persona possano essere inflitte più condanne in relazione allo stesso fatto di reato. Anzi, per la precisione, impedisce che contro la stessa persona si possano svolgere più processi penali per il medesimo fatto, posto che l'interesse tutelato in via principale è quello di non subire persecuzioni giudiziali oltre un certo limite di tollerabilità.

Così come, in funzione del divieto di ne bis in idem, non si può dar luogo a riconoscimento se per lo stesso fatto e nei confronti della stessa persona è in corso un procedimento penale innanzi ad un tribunale italiano (art. 733), alla stessa stregua è fatto divieto di estradare il condannato o di sottoporlo a nuovo procedimento penale nello Stato italiano per il medesimo fatto (anche se diversamente considerato per il titolo, per il grado o per le circostanze), a meno che non si tratti di misure necessarie ad attuare la confisca.

Tesi di laurea correlate all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.