Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 537 bis Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

Indegnità a succedere

Dispositivo dell'art. 537 bis Codice di procedura penale

1. Quando pronuncia sentenza di condanna per uno dei fatti previsti dall'articolo 463 del codice civile, il giudice dichiara l'indegnità dell'imputato a succedere. (1)

Note

(1) Articolo aggiunto dall'art. 5, L. 11/01/2018, n. 4 con decorrenza dal 16/02/2018.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

Consulenze legali
relative all'articolo 537 bis Codice di procedura penale

Seguono tutti i quesiti posti dagli utenti del sito che hanno ricevuto una risposta da parte della redazione giuridica di Brocardi.it usufruendo del servizio di consulenza legale. Si precisa che l'elenco non è completo, poiché non risultano pubblicati i pareri legali resi a tutti quei clienti che, per varie ragioni, hanno espressamente richiesto la riservatezza.

Maura M. chiede
lunedì 19/08/2019 - Marche
“E' richiedibile l'applicazione di questo art. 537/b Ovvero l'indegnità a succedere in un processo penale avviato nel gennaio 2019 contro mia Madre e mia sorella che hanno scritto e pubblicato un testamento falso in nome di mio padre (provato che è falso al 100%). La pubblicazione del testamento è avvenuta a Giugno del 2017 e la denuncia querela a Luglio 2017 - la legge di cui sopra è entrata in vigore in febbraio 2018 e processo iniziato a Gennaio 2019... A mio parere di cittadina direi che sia il reato che la pena di indegnità (scanditi in questo articolo) erano già presenti nell'ordinamento civile (art.463)... questo articolo introduce solamente un modus operandi che penso dovrebbe applicarsi anche ai processi in corso come il mio... oppure devo anche iniziare un procedimento civile di impugnazione del testamento per ottenere l'indegnità a succedere dei miei ex cari.??? Chiedo parere.”
Consulenza legale i 27/08/2019
La risposta al quesito esige una breve sintesi sull’applicazione nel tempo della legge penale e processuale.

Cominciando con la legge penale (per legge penale si intende, ad esempio, qualsiasi disposizione che introduce un reato oppure aumenta la pena per un reato), la stessa in genere non è retroattiva. Ciò vuol dire che verrà applicata solo per fatti accaduti successivamente alla sua entrata in vigore.

Contrariamente, le disposizioni processuali hanno efficacia retroattiva e, dunque, le stesse vengono generalmente applicate anche per fatti avvenuti antecedentemente alla loro entrata in vigore.

Da ciò discende che, essendo la disposizione di cui all’art. 537 bis c.p.p. di natura processuale, andrà applicata anche ai casi antecedenti all’11 gennaio 2018 e, dunque, anche al procedimento penale per cui è stato richiesto il parere.

Ciò vuol dire, dunque, che il giudice penale, nel condannare gli imputati per la falsità in testamento olografo, ne dovrà dichiarare in automatico la loro indegnità a succedere.