Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 640 Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

Impugnabilità della sentenza

Dispositivo dell'art. 640 Codice di procedura penale

1. La sentenza pronunciata nel giudizio di revisione è soggetta al ricorso per cassazione [606].

Ratio Legis

La ratio di tale norma, limitante l'impugnazione al solo ricorso in Cassazione, è ravvisabile nella natura della revisione quale mezzo di gravame non ordinario.

Spiegazione dell'art. 640 Codice di procedura penale

Si è già visto che, oltre alla sentenza che dichiari l'inammissibilità della richiesta di revisione (v. art. 634), il giudizio può concludersi con il rigetto o l'accoglimento della domanda.

In caso di rigetto della domanda, il giudice condanna la parte privata che l'ha proposta al pagamento delle spese processuali e, se in precedenza era stata disposta la sospensione della pena o della misura di sicurezza ex art. 635, dispone che l'esecuzione riprenda il suo corso.

Per contro, in caso di accoglimento della domanda, il giudice revoca la sentenza di condanna e pronuncia sentenza di proscioglimento, indicandone la causa nel dispositivo. Va precisato che il comma 3 dell'articolo 637 ha una valenza relativa, posto che il principio secondo cui il giudice non può pronunciare il proscioglimento esclusivamente sulla base di una diversa valutazione delle prove assunte in precedenza esaurisce la propria valenza nelle ipotesi di revisione di cui all'art. 630, lett. c).

Ai sensi della norma in commento, qualsiasi sentenza pronunciata nel giudizio di revisione è ricorribile per cassazione. Legittimati al ricorso sono gli stessi soggetti legittimati alla domanda di revisione, che l'abbiano proposta in concreto, e, ai sensi dell'art. 568, comma 3, le parti presenti nel giudizio di revisione.

Massime relative all'art. 640 Codice di procedura penale

Cass. pen. n. 2555/1999

L'ordinanza con cui la Corte d'appello dichiara l'inammissibilità della richiesta di revisione non è revocabile né ricorribile per cassazione, non essendo tali rimedi espressamente previsti dalla legge.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.