Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 550 Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

Pluralità di pignoramenti

Dispositivo dell'art. 550 Codice di procedura civile

Il terzo deve indicare i pignoramenti che sono stati eseguiti presso di lui (1).

Se altri pignoramenti sono eseguiti dopo che il terzo abbia fatto la sua dichiarazione, egli può limitarsi a richiamare la dichiarazione precedente e i pignoramenti ai quali si riferiva (2).

Si applicano le disposizioni dell'articolo 524 secondo e terzo comma (3).

Note

(1) In caso di omessa indicazione si avrà come conseguenza la sola responsabilità del terzo per i danni che i creditori pignoranti hanno sofferto per non essere stati chiamati nella procedura esecutiva e non la più grave conseguenza della nullità della assegnazione o della vendita.
(2) Pertanto, la norma indica l'obbligo per il terzo di denunciare espressamente i soli pignoramenti successivi, essendo sufficiente, per quelli eseguiti anteriormente ed indicati nella dichiarazione, il richiamo di quest'ultima.
(3) Ovvero, risulta necessario distinguere a seconda che il pignoramento successivo sia stato eseguito prima o dopo l'udienza fissata per la vendita e l'assegnazione.
Nella prima ipotesi, il cancelliere inserisce l'atto di pignoramento nel fascicolo dell'esecuzione, dandone avviso al creditore istante, e l'esecuzione si svolge in un unico processo; diversamente, nella seconda ipotesi il pignoramento successivo produce gli effetti di un intervento tardivo.

Ratio Legis

L'articolo in esame svolge una funzione di tutela nel caso in cui sugli stessi beni (crediti o cose) del debitore esecutato siano stati eseguiti più pignoramenti. Infatti, la norma impone l'intervento di tutti i creditori pignoranti nella procedura espropriativa, i quali potranno soddisfare le proprie ragioni, nel rispetto della par condicio e salvi eventuali diritti di prelazione, partecipando con il creditore istante, fino a concorrenza dei rispettivi crediti, alla distribuzione della somma ricavata. Diversamente, gli stessi creditori potranno contestare la dichiarazione resa dal terzo, provocando il giudizio di accertamento di cui all'art. 548 del c.p.c., anche nel caso in cui non siano muniti di titolo esecutivo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Esecuzioni immobiliari

    Editore: Giuffrè
    Collana: Teoria e pratica del diritto. Maior
    Data di pubblicazione: settembre 2016
    Prezzo: 62,00 -5% 58,90 €
    Il volume analizza l'espropriazione immobiliare come forma dell'esecuzione forzata, soffermandosi sul pignoramento, sul concorso dei creditori e la custodia dell'immobile pignorato, sulla vendita, i suoi effetti ed i provvedimenti alternativi ad essa e sull'espropriazione, con un accenno alle procedure speciali. Le modifiche apportate alla normativa concernente il processo esecutivo si sono susseguite nel tempo, numerose, e da ultimo sono intervenute con cadenza ravvicinata: dopo il D.L. n.... (continua)
  • Codice commentato delle esecuzioni civili

    Collana: I codici commentati
    Data di pubblicazione: ottobre 2016
    Prezzo: 110,00 -5% 104,50 €
  • Corso di diritto processuale civile. Ediz. minore
    L'esecuzione forzata, i procedimenti speciali, l'arbitrato, la mediazione e la negoziazione assistita

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: maggio 2017
    Prezzo: 36,00 -5% 34,20 €
    "Sono state recepite, in questa nuova edizione, le novità introdotte per il giudizio in cassazione con la L. 25 ottobre 2016 n. 197 (di conversione del D.L. 30 giugno 2016 n. 168), cha ha rivoluzionato la tradizionale adozione per tale giudizio della trattazione in pubblica udienza, sostituendola - nella maggior parte dei casi - con la trattazione in camera di consiglio senza partecipazione delle parti. Nel corso degli ultimi mesi, peraltro, a queste modifiche, che hanno riguardato... (continua)
  • Esecuzione forzata e autonomia privata

    Editore: Giappichelli
    Collana: Univ. Brescia-Dip. di giurisprudenza
    Data di pubblicazione: ottobre 2016
    Prezzo: 38,00 -5% 36,10 €
    L'indagine scruta ed esplora quella ideale zona grigia che si colloca tra inadempimento dell'obbligazione ed esecuzione forzata (individuale o concorsuale), con il proposito di verificare se in essa vi sia spazio per l'utile esercizio di poteri di autonomia privata e - in particolare - se debitore e creditore possano accordarsi per limitare o escludere l'operatività delle norme in materia di esecuzione coattiva, regolando con modalità alternative la fase di soddisfazione... (continua)
  • La nuova espropriazione forzata

    Editore: Zanichelli
    Collana: Le riforme del diritto italiano
    Pagine: 400
    Data di pubblicazione: aprile 2017
    Prezzo: 160,00 -5% 152,00 €

    Il volume illustra l’espropriazione forzata alla luce delle modifiche normative e degli orientamenti di legittimità che, nell’ultimo decennio, ne hanno mutato il volto sotto il costante imperativo della semplificazione e accelerazione, al servizio della «competitività » del sistema giustizia italiano. L’opera è aggiornata, da ultimo, al d.l. 3 maggio 2016, n. 59 (conv. dalla l. 30 giugno 2016, n. 119) che – oltre ad aver previsto... (continua)