Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Brocardo

Bonorum possessio est ius persequendi vel retinendi patrimonii

Traduzione

Il possesso di beni è il diritto di pretendere o di ritenere un patrimonio

Spiegazione

La bonorum possessio è quel tipo di successione introdotta a Roma dalle magistrature pretorie, a partire dall'ultima età repubblicana. Le origini della bonorum possessio vanno rintracciate in quell'antica procedura del processo per legis actiones, nella quale magistrato in iure procedeva all'assegnazione del possesso interinale del bene contestato (in questo caso dell'eredità) a quello fra i contendenti che gli apparisse più probabile erede o che desse maggiori garanzie per la restituzione in caso di soccombenza. Da tarda età repubblicana il magistrato usò concedere la bonorum possessio non tanto in favore del più probabile erede, quanto in favore della persona che ragioni di opportunità suggerivano venisse alla successione del decuius. La bonorum possessio perse la sua originaria valenza processuale e divenne istituto di diritto sostanziale. Ai bonorum possessores vennero riconosciute posizioni giuridiche di vantaggio e di svantaggio in tutto e per tutto simili a quelle degli eredi civili.

Tag associati

Consulenze legali
relative a "Bonorum possessio est ius persequendi vel retinendi patrimonii"

Seguono tutti i quesiti posti dagli utenti del sito che hanno ricevuto una risposta da parte della redazione giuridica di Brocardi.it usufruendo del servizio di consulenza legale. Si precisa che l'elenco non è completo, poiché non risultano pubblicati i pareri legali resi a tutti quei clienti che, per varie ragioni, hanno espressamente richiesto la riservatezza.

Anonimo chiede
mercoledì 24/11/2010

“Buongiorno,
Vorrei avere qualche informazione precisa sull'isituto giuridico dell'"antico possesso".
Cordiali saluti.”

Consulenza legale i 08/12/2010

L’istituto cui si fa riferimento sembra essere l’antico possesso di stato.
In materia di diritto ecclesiastico, l’antico possesso di stato, che si ha qualora un ente possa vantare un riconoscimento lontano nel tempo, addirittura precedente alla formazione dello Stato unitario, che non sia mai stato perso per cause estintive, dà diritto al riconoscimento della personalità giuridica. Il ministero dell’interno rilascia il necessario attestato ai fini dell’iscrizione nel registro delle persone giuridiche.
Esempi di persone giuridiche per antico possesso di stato sono la Santa Sede, le Chiese Cattedrali, le diocesi e le chiese più antiche.


Testi per approfondire "Il possesso di beni è il diritto di pretendere o di ritenere un patrimonio"

  • Fondi patrimoniali trust e patti di famiglia. Con e-book. Con espansione online

    Editore: Fag
    Collana: Contabilità e fisco
    Pagine: 253
    Data di pubblicazione: gennaio 2019
    Prezzo: 28,00 -5% 26,60 €
    Le attività economiche e professionali sono costantemente caratterizzate dal fattore "rischio", da una forte accelerazione dei processi di cambiamento e da un incremento dell'esigenza di salvaguardare il patrimonio personale. Il nostro panorama normativo offre una serie di istituti che si dimostrano validi strumenti di tutela del patrimonio. Occorre però valutare le peculiarità di ciascuno e prestare molta attenzione nell'utilizzo: un uso non corretto, o elusivo, ne... (continua)
  • Il patto di famiglia. L'accordo di famiglia. La fondazione di famiglia

    Autore: Busani Angelo
    Editore: CEDAM
    Data di pubblicazione: ottobre 2019
    Prezzo: 70,00 -5% 66,50 €
    "Il patto di famiglia" analizza ogni aspetto civilistico e fiscale del patto di famiglia e offre approfondimento e soluzioni su tutti gli aspetti controversi dell'argomento, in particolare: se il patto di famiglia possa essere stipulato in assenza di taluno dei legittimari del disponente; se possa avere a oggetto qualsiasi quota di partecipazione a qualunque tipo di società; se possa essere il disponente a "liquidare" il legittimario non assegnatario; quale tutela abbiano i legittimari... (continua)
  • Decisiones seu sententiae. Volume CIV
    Selectae inter eas quae anno 2012 prodierunt cura eiusdem apostolici tribunalis editae

    Pagine: 510
    Data di pubblicazione: gennaio 2019
    Prezzo: 90,00 -5% 85,50 €
  • Roma e le sue istituzioni dalle origini a Giustiniano

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: aprile 2019
    Prezzo: 45,00 -5% 42,75 €
    Categorie: Diritto romano
    "Questo volume nell'intenzione degli autori è stato pensato e scritto anche in funzione degli studenti di corsi di laurea in scienze umanistiche, i quali notoriamente possiedono una sufficiente conoscenza della storia del mondo romano e delle sue svariate manifestazioni, ma per converso non hanno la possibilità, offerta dal complesso dell'ordinamento accademico, di inquadrare i dati storiografici in un contesto di nozioni giuridiche". (Dalla prefazione) (continua)
  • Actio pecuniae traiecticiae. Contributo alla dottrina delle clausole penali

    Collana: Collana della Rivista di Diritto Romano
    Pagine: 174
    Data di pubblicazione: marzo 2019
    Prezzo: 32,00 -5% 30,40 €
    Categorie: Diritto romano
    Biscardi perseguì una conglobante visione unitaria dei diversi aspetti del diritto, capace di spaziare dalla Grecia arcaica e dall'ordinamento attico, passando per il contesto ellenistico e la relativa documentazione papiracea, al diritto romano di età arcaica e classica sino al periodo postclassico e bizantino, nonché di spingersi sovente fino al diritto moderno e contemporaneo. Nella prima edizione del volume, egli enuncia una nuova teoria relativa alla difesa... (continua)
  • Ambulatoria est voluntas defuncti? Ricerche sui «patti successori» istitutivi

    Editore: Giuffrè
    Collana: Univ. Milano-Fac. di giurisprudenza
    Data di pubblicazione: ottobre 2019
    Prezzo: 37,00 -5% 35,15 €
    Il tema dei patti successori sta assumendo sempre maggiore rilevanza a livello europeo e diverse sono le spinte volte a determinarne l'accoglimento nei Paesi in cui ancora sussiste un divieto di tali convenzioni. Il presente elaborato mira ad approfondire diacronicamente l'istituto (con particolare riferimento ai patti successori istitutivi), così da acquisire una conoscenza 'cumulativa' dello stesso e delle ragioni alla base del suo divieto o del suo accoglimento nei tre ordinamenti... (continua)

→ Altri libri su Il possesso di beni è il diritto di pretendere o di ritenere un patrimonio ←