Art. precedente Art. successivo

Articolo 1228

Codice Civile

Responsabilità per fatto degli ausiliari

← Art. precedente Art. successivo →

Dispositivo dell'art. 1228 Codice Civile

Salva diversa volontà delle parti, il debitore che nell'adempimento dell'obbligazione si vale dell'opera di terzi (1), risponde anche dei fatti dolosi o colposi di costoro [1229, 1717, 2049].

Note

(1) La norma si riferisce a tutti coloro della cui opera si avvale il debitore nell'adempimento, siano essi collaboratori dipendenti o autonomi, purché non siano obbligati personalmente nei confronti del creditore e agiscano su incarico del debitore. Nell'art. 2049, invece, in materia di responsabilità extracontrattuale dei padroni e committenti per il fatto illecito dei loro ausiliari, vengono in rilievo soltanto dipendenti legati da un preciso vincolo di subordinazione.


Ratio Legis

La responsabilità del debitore per fatto degli ausiliari è una sorta di garanzia a favore del creditore: questi, infatti, in caso di inadempimento degli ausiliari, non potrebbe rivolgersi agli stessi per il risarcimento del danno, visto che, in virtù del rapporto obbligatorio, il creditore può chiedere l'adempimento (o il risarcimento) soltanto al debitore.

Relazione al Libro delle Obbligazioni

(Relazione del Guardasigilli al Progetto Ministeriale - Libro delle Obbligazioni 1941)

106L'art. 123 precisa che, salvo norma o patto contrario, il debitore risponde dell'opera dei terzi dei quali si è avvalso per l'adempimento dell'obbligazione.
Si è in sostanza, esteso il principio dell'art. 1153 cod. civ. alla sfera contrattuale; ma, in realtà, la responsabilità del debitore per il fatto delle persone di cui deve rispondere non era ignorata dal codice civile, che vi accennava espressamente, nell'art. 1247 cod. civ., a proposito dei deterioramenti subiti dalla cosa dovuta: questo articolo concerneva tanto il mandatario, quanto i dipendenti del debitore e le persone della famiglia. Il codice civile vi si riferiva pure a proposito della responsabilità del conduttore (art. 1588) e dell''imprenditore (art. 1644); e sta di vero che, nel fatto degli ausiliari, la causa estranea al debitore è solo apparente, perché non è un evento esteriore al campo di attività del debitore o al suo ambiente economico. Anche se il fatto dell'ausiliario sia doloso, non resta esclusa la relazione tra quest'ultimo e il debitore: in modo che appariva necessario, nel generalizzare il principio, fermare anche la regola della responsabilità del debitore per i fatti dolosi dei suoi ausiliari.
Questa responsabilità non ha carattere inderogabile. Così, mentre l'art. 123 fa salve le diverse disposizioni di legge, ammette una convenzione che limiti od escluda la responsabilità medesima. La deroga convenzionale si è consentita fino ad esonerare dalle conseguenze del dolo degli ausiliari, perché tale esonero si ripercuote verso il debitore solo come immunità dalle conseguenze di una sua negligente vigilanza
sulle persone di cui egli deve rispondere.

Brocardi collegati a questo articolo

Sentenze relative a questo articolo

Cass. n. 6053/2010

In tema di responsabilità del debitore per fatto degli ausiliari, l'inadempimento del terzo, del quale il contraente si avvalga per svolgere l'in­carico, non costituisce di per sè giusta causa di esonero da responsabilità del contraente stesso, in quanto, ai sensi dell'art. 1228 cod.civ., questi è responsabile della scelta compiuta e risponde anche del fatto doloso o colposo dei suoi ausiliari, salvo che possa dimostrare il caso fortuito o la forza maggiore, anche con riguardo al compor­tamento dell'ausiliario; tuttavia la colpa di que­st'ultimo potrà fondare un'azione di regresso del contraente nei suoi confronti.

Cass. n. 5150/1995

In tema di responsabilità del debitore per fatto degli ausiliari, l'art. 1228 c.c., disposizione con cui è stata estesa all'ambito contrattuale la disciplina contenuta negli artt. 2048 e 2049 c.c., presuppone che l'opera svolta da questi ultimi sia connessa con l'adempimento della prestazione, in modo che, ai fini dell'affermazione della detta responsabilità, deve essere accertato il nesso di causalità tra l'opera dell'ausiliario e l'obbligo del debitore. (Nella specie, la S.C: ha confermato la decisione di merito che ha ritenuto una società di trasporti responsabile della perdita della merce, in quanto causata dal fatto doloso attribuito ad un dipendente, il quale, pur dimissionario, aveva agito in nome e per conto di detta società, conve­nendo le modalità di carico della merce ed assicu­rando l'utilizzo di mezzi di trasporto appartenenti a terzi estranei alla società).

Cass. n. 231/1973

La responsabilità del debitore che nell'adem­pimento dell'obbligazione si avvale dell'opera di terzi, prevista dall'art. 1228 c.c., ricorre tanto nell'ipotesi che detti terzi siano dipendenti legati con vincolo di subordinazione all'azienda di lui, quanto nel caso che di essi egli si sia assicurato la collaborazione nelle operazioni preordinate all'esecuzione del contratto, ancorchè siano estranei all'azienda e al rapporto con il creditore; pertanto va compreso nel novero di tali ausiliari il vettore del quale il venditore si avvalga per la consegna al compratore della cosa venduta.

Hai un dubbio su questo articolo?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)

Testi per approfondire questo articolo

Estinzione dell'obbligazione pecuniaria e finanziamento dei consumi. Il pagamento con la carta

Autore: Onza Maurizio
Editore: Giuffrè
Collana: Quaderni romani di diritto commerciale
Data di pubblicazione: novembre 2013
Prezzo: 24,00 -10% 21,60 €
Le obbligazioni in solido. Modelli romani e disciplina attuale

Editore: Jovene
Collana: Centro di eccellenza in diritto europeo
Pagine: 176
Data di pubblicazione: dicembre 2013
Prezzo: 18,00 -10% 16,20 €
Conservazione della garanzia patrimoniale e abusi del creditore

Collana: Univ. Camerino
Pagine: 212
Data di pubblicazione: dicembre 2013
Prezzo: 22,00 -10% 19,80 €
Categorie: Obbligazione

Il lavoro affronta la tematica dell'"abuso del diritto" in relazione all'impiego dei mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale. Dall'osservazione delle concrete relazioni intersoggettive emerge che, talvolta, il creditore utilizza gli strumenti conservativo-cautelari, di diritto comune e di diritto speciale, per realizzare obiettivi pratico-giuridici che, nella sostanza, trascendono dalla funzione alla quale essi sono preposti dalla legge, arrecando un danno sproporzionato e, in... (continua)

Lezioni di diritto civile. Introduzione al diritto generale delle obbligazioni

Editore: Giappichelli
Data di pubblicazione: maggio 2014
Prezzo: 18,00 -10% 16,20 €
Categorie: Obbligazione
Il rifiuto anticipato dell'adempimento

Editore: Giuffrè
Collana: Univ. Brescia-Dipartimento giurisprudenza
Data di pubblicazione: ottobre 2013
Prezzo: 39,00 -10% 35,10 €
Categorie: Adempimento
Le obbligazioni
I modi di estinzione delle obbligazioni

Editore: Giappichelli
Collana: Trattato di diritto privato
Data di pubblicazione: settembre 2013
Prezzo: 27,00 -10% 24,30 €

La nozione di modo di estinzione dell'obbligazione fa riferimento a quel determinato atto giuridico che distrugge il rapporto obbligatorio esistente fra creditore e debitore. L'espressione modi di estinzione delle obbligazioni va circoscritta alle fattispecie il cui effetto diretto consiste nella estinzione del rapporto obbligatorio, e non va al contrario riferita alle ipotesi che realizzano - sì - l'effetto estintivo, ma soltanto in via indiretta, producendo così effetti... (continua)

Reviviscenza. Vicenda di obbligazioni e garanzie

Editore: Giuffrè
Collana: Univ. Brescia-Dipartimento giurisprudenza
Data di pubblicazione: novembre 2013
Prezzo: 22,00 -10% 19,80 €
Categorie: Obbligazione

Il fenomeno della reviviscenza è analizzato muovendo dalla disamina dei riferimenti normativi. Ma lo studio si concentra sul sistema delle obbligazioni, perché è in esso che il fenomeno assume la propria peculiare rilevanza. La reviviscenza è una sintesi verbale e l'effetto di una fattispecie complessa, nella quale è possibile enucleare due tipi di figure: la reviviscenza in senso proprio e la ripresa di efficienza. Ricostruite struttura e funzioni di... (continua)

Sulle obbligazioni naturali, tra doveri morali e doveri sociali. Spunti critici sullo studio delle vicende dell'obbligazione naturale

Editore: Giuffrè
Collana: Università Studi Magna Graecia Catanzaro
Data di pubblicazione: novembre 2013
Prezzo: 16,00 -10% 14,40 €

L'obbligazione naturale sopporta, tradizionalmente, una rilevante varietà di approcci ermeneutici, i quali sono connotati, tuttavia, dal costante tentativo di includere i diversi casi di obbligazioni naturali nell'ambito di un unico genus. L'unitarietà del concetto si traduce nella pretesa di un unico statuto normativo, il quale sembra tuttavia inidoneo ad offrire soluzioni adeguate alle problematicità espresse dai casi concreti. La maggiore enfatizzazione dei dati... (continua)

Interessi e rivalutazione monetaria

Editore: Giuffrè
Collana: Orientamenti di merito
Data di pubblicazione: ottobre 2013
Prezzo: 25,00 -10% 22,50 €
Di alcune specie di obbligazioni

Collana: Trattato dir. civ. Cons. naz. notariato
Pagine: 432
Data di pubblicazione: febbraio 2014
Prezzo: 52,00 -10% 46,80 €
Categorie: Obbligazione

L'ermeneusi delle "specie" di obbligazione previste nel Capo VII, Titolo I del Libro IV del codice civile non sembra agevole né sotto il profilo della ratio e dei criteri di classificazione, né rispetto al meccanismo seguito per la loro selezione e collocazione in sequenza. Nel capitolo I si tenta di rispondere a queste domande, considerando le specie come attrattori di una disciplina eccentrica rispetto alla complessità di settore e capace nondimeno di delineare la... (continua)