Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 304 del 14 gennaio 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

L'accettazione del licenziamento da parte del lavoratore, ossia la manifestazione di volontā di quest'ultimo di non contestare l'avvenuto esercizio della facoltā di recesso del datore di lavoro non rientra nella previsione dell'art. 2113 c.c., non essendo configurabile una rinuncia o transazione che abbia ad oggetto diritti del prestatore di lavoro derivanti da disposizioni inderogabili di legge.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.