Cassazione civile Sez. I sentenza n. 3038 del 17 maggio 1982

(2 massime)

(massima n. 1)

Nell'ipotesi di furto di autoveicolo, del quale il proprietario non abbia impedito la circolazione contro la sua volontÓ con idonee cautele, l'assicurazione obbligatoria per la responsabilitÓ civile dipendente dalla circolazione dei veicoli a motore copre anche il danno provocato dolosamente dal conducente.

(massima n. 2)

Per poter superare la presunzione di responsabilitÓ stabilita dall'art. 2054, terzo comma, c.c., a carico del proprietario di un veicolo per i danni cagionati dalla circolazione di questo, non Ŕ sufficiente dimostrare che il veicolo abbia circolato senza la volontÓ del predetto, ma occorre provare che la circolazione Ŕ avvenuta źcontro la sua volontÓ╗, richiedendosi, cioŔ, la esplicazione di un'attivitÓ esterna e concreta, la quale valga non solo a specificare il divieto a che il veicolo sia usato da altri, ma anche ad impedirne la circolazione abusiva. La responsabilitÓ del proprietario non pu˛, pertanto, ritenersi esclusa nemmeno in caso di circolazione conseguente a furto del veicolo, ove risulti che egli non abbia adottato le misure e le cautele idonee ad ostacolare materialmente l'azione del ladro e la circolazione stessa. (Nella specie, la C.S. in base all'enunciato principio ha confermato la decisione del giudice del merito, con cui Ŕ stata ritenuta insufficiente, al fine indicato, la prova che il proprietario di un autotreno, lasciando il veicolo in sosta, avesse provveduto ad interrompere il circuito di avviamento ed a chiudere a chiave le portiere, essendo rimasto accertato che i ladri si erano impadroniti del veicolo dopo essere venuti in possesso delle relative chiavi a causa dell'imprudenza e della negligenza del proprietario medesimo, il quale le aveva riposte all'esterno della cabina di guida, in un posto agevolmente accessibile, secondo una consuetudine nota a pi¨ persone e conoscibile da altri occasionalmente).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.