Cassazione civile Sez. III sentenza n. 10609 del 2 agosto 2001

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di responsabilitÓ civile da circolazione stradale i responsabili in solido possono provare singolarmente la propria estraneitÓ allo svolgimento causale dei fatti, essendo la solidarietÓ passiva scindibile, e, pertanto, non sussiste la necessitÓ di integrare il contraddittorio quando il danneggiato abbia convenuto in giudizio solo alcuni dei presunti responsabili. Quanto poi al danneggiato, egli non pu˛ giovarsi delle regole sulla presunzione di colpa di cui all'art. 2054 c.c. per la prova a lui incombente sull'esistenza del nesso di causalitÓ tra il fatto dannoso e le conseguenze da lui lamentate.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.