Cassazione civile Sez. II sentenza n. 5067 del 29 aprile 1993

(1 massima)

(massima n. 1)

La disposizione dell'art. 490 comma secondo n. 2) c.c. che limiti la responsabilitÓ dell'erede accettante con il beneficio d'inventario per il pagamento dei debiti ereditari e dei legati intra vires e cum viribus hereditatis, va intesa nel senso che nell'espressione źdebiti╗ debbono ricomprendersi, sebbene non espressamente menzionati, anche gli oneri modali e, pi¨ in generale, tutti i pesi ereditari posti a carico dell'erede dall'art. 752 c.c., con la conseguenza che, in caso di inadempimento, il beneficiario del modo testamentario non pu˛ agire sui beni propri dell'erede che abbia accettato con beneficio d'inventario ma deve subire il concorso dei creditori ereditari e dei legatari.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.