Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 11871 del 2 novembre 1992

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di transazione Ś la quale, salvo che abbia ad oggetto uno dei rapporti considerati dall'art. 1350, n. 12, c.c., esige la forma scritta solo ad probationem (con la conseguenza che la prova dell'accordo transattivo pu˛ essere data non solo dalla confessione o dal giuramento ma anche da scritti che facciano riferimento a tale accordo) Ś la norma dell'art. 1972, secondo comma, c.c., che considera la nullitÓ del titolo come causa di nullitÓ della transazione solo se essa non era conosciuta da chi ha transatto, non pu˛ essere invocata da chi con la transazione stessa abbia posto fine ad una controversia vertente proprio sull'eccepita nullitÓ del titolo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.