Cassazione civile Sez. I sentenza n. 720 del 6 febbraio 1986

(1 massima)

(massima n. 1)

Con riguardo alla nullitą del matrimonio derivante dalla violazione degli artt. 86, 87 e 88 c.c. (mancanza di libertą di stato, vincolo di parentela, affinitą, adozione ed affiliazione, omicidio), l'«interesse legittimo ed attuale», la cui titolaritą č richiesta, ai sensi dell'art. 117 primo comma, c.c., per la legittimazione all'impugnazione del matrimonio stesso da parte di soggetti diversi dai coniugi, dagli ascendenti prossimi e dal pubblico ministero, non puņ identificarsi con qualunque interesse, morale o patrimoniale, giuridicamente rilevante per la rimozione del vincolo invalido, secondo gli ampi criteri operanti per l'azione di nullitą del contratto (art. 1421 c.c.), ma č ravvisabile, alla stregua dei principi generali che circoscrivono e limitano le cause d'invaliditą del matrimonio e le azioni per farle valere, nei soli casi in cui vi siano posizioni soggettive di terzi che siano attinenti al complessivo assetto dei rapporti familiari sui quali il matrimonio viene ad incidere, e che inoltre traggano un pregiudizio diretto ed immediato dal matrimonio stesso. Pertanto, deve negarsi nei confronti dell'Inps la legittimazione all'azione di nullitą del matrimonio per mancanza di libertą di stato, in relazione agli obblighi assicurativi inerenti al trattamento pensionistico in favore del coniuge superstite, tenuto conto che, in tale situazione, la qualitą di coniuge non incide in via diretta sul rapporto assicurativo, ma configura mero presupposto del suddetto trattamento, e che inoltre l'interesse dell'istituto all'individuazione dell'avente diritto al trattamento stesso resta tutelato dalla facoltą di rifiutarlo a chi non provi l'indicato presupposto, ovvero, in presenza di un conflitto fra atti di matrimonio, fino a quando non venga accertata la validitą dell'uno o dell'altro vincolo, su iniziativa degli aspiranti alla pensione di riversibilitą.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.