Cassazione civile Sez. III sentenza n. 1063 del 4 febbraio 1987

(1 massima)

(massima n. 1)

La conoscenza della locazione della cosa venduta da parte dell'acquirente pu˛ avere rilevanza ai fini di cui all'art. 1599, primo comma, c.c. Ś che, in tema di trasferimento a titolo particolare della cosa locata, prevede l'opponibilitÓ al terzo acquirente della locazione avente data certa anteriore all'alienazione della cosa Ś solo se sia consacrata in un atto scritto, per cui, ai sensi dell'art. 2704, primo comma dello stesso codice, se ne stabilisca l'anterioritÓ con un grado di certezza pari a quello fornito dalla registrazione o da uno degli altri eventi a questa parificati; ne consegue che qualora manchi l'atto scritto, la cui necessitÓ sussiste anche quando viene opposto un accordo novativo di una precedente locazione, non Ŕ equipollente la sola conoscenza da parte dell'acquirente.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.