Cassazione civile Sez. VI-2 sentenza n. 801 del 20 gennaio 2015

(1 massima)

(massima n. 1)

Ai fini della determinazione della ragionevole durata del processo, il periodo occorso per la chiamata in causa di un terzo in garanzia non pu˛ essere automaticamente escluso dal relativo calcolo, ma potrÓ essere considerato quale circostanza da valutare sotto il profilo del criterio della "complessitÓ", di cui all'art. 2 della legge 24 marzo 2001, n. 89, e, quindi, consentire una deroga generale ai parametri di durata indicati dalla CEDU, giustificandone l'incremento, in quanto non addebitabile interamente alla parte che ne ha fatto richiesta. (Cassa con rinvio, App. Firenze, 21/02/2013).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.