Cassazione civile Sez. II sentenza n. 4707 del 14 maggio 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

Il possesso dei beni ereditari previsto dall'art. 458 c.c. per l'acquisto della qualitą di erede puro e semplice nel caso di mancata redazione dell'inventario nei termini di legge non deve necessariamente riferirsi all'intera ereditą, essendo sufficiente il possesso di un solo bene (nella specie, un letto ed alcuni effetti personali) con la consapevolezza della sua provenienza, né deve manifestarsi in una attivitą corrispondente all'esercizio della proprietą dei beni ereditari, esaurendosi in una mera relazione materiale tra i beni ed il chiamato all'ereditą, e cioč, in una situazione di fatto che consenta l'esercizio di concreti poteri su beni, sia pure per mezzo di terzi detentori, con la consapevolezza della loro appartenenza al compendio ereditario.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.