Cassazione civile Sez. I sentenza n. 2657 del 12 luglio 1976

(1 massima)

(massima n. 1)

L'attribuzione di un assegno ai sensi del quarto comma dell'art. 5 della L. 1░ dicembre 1970, n. 898, in materia di scioglimento del matrimonio, non pu˛ essere disposta d'ufficio, ma deve essere oggetto di specifica domanda. A tal fine non Ŕ sufficiente la richiesta di regolamento dei reciproci rapporti patrimoniali rivolta da uno dei coniugi al presidente del tribunale, nella fase preliminare, dopo il vano esito del tentativo di conciliazione.

Articoli correlati

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.