Cassazione civile Sez. I sentenza n. 5717 del 20 novembre 1985

(1 massima)

(massima n. 1)

La disposizione dell'art. 5 penultimo comma della L. 1 dicembre 1970, n. 898, secondo la quale l'obbligo alla corresponsione dell'assegno di divorzio cessa con il nuovo matrimonio del coniuge creditore, trova giustificazione nel sorgere del diritto di quest'ultimo a conseguire il mantenimento dal nuovo coniuge. Detta norma, pertanto, non pu˛ essere invocata nel diverso caso di relazione extraconiugale del divorziato, ancorchÚ con connotati di continuitÓ, non implicando essa alcun diritto al mantenimento nei confronti del convivente.

Articoli correlati

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.