Cassazione civile Sez. II sentenza n. 1600 del 9 febbraio 1993

(1 massima)

(massima n. 1)

Il compratore che al momento della conclusione del contratto ignorava che la cosa compravenduta non era di proprietÓ del venditore pu˛ restringere la sua pretesa, ove il venditore non gli abbia fatto acquistare nel frattempo la proprietÓ. della cosa, al solo risarcimento dei danni, in tal senso dovendo essere intesa la salvezza del disposto dell'art. 1223 c.c. contenuta nel secondo comma dell'art. 1479 c.c.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterÓ seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.