Cassazione penale Sez. III sentenza n. 13606 del 8 febbraio 2019

(1 massima)

(massima n. 1)

Per ravvisare la responsabilitā del proprietario di un terreno, sul quale viene svolta, da parte di estranei, un'illecita gestione di rifiuti, č necessaria la specificazione del contributo causale consapevolmente fornito all'attivitā effettuata da terzi non essendo sufficiente la colpevole inerzia del proprietario a fronte della collocazione di rifiuti. Neppure rileva, per configurare un concorso nel reato, la mancata attivazione per la rimozione dei rifiuti, in quanto la responsabilitā sussiste solo in presenza di un obbligo giuridico di impedire l'evento lesivo, a norma dell'art. 40, comma 2, cod. pen., e tale obbligo non puō essere ravvisato nella inottemperanza all'ordinanza di rimozione dei rifiuti, in quanto provvedimento successivo all'abbandono.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.