Consiglio di Stato Sez. IV sentenza n. 4942 del 18 settembre 2012

(2 massime)

(massima n. 1)

In tema di collocazione della segnaletica lungo le strade il ricorso contro i relativi provvedimenti previsto dall'alt. 37 comma 3 D.L.vo 30 aprile 1992 n. 285 ha natura di ricorso amministrativo "improprio" e rientra nel genus dei ricorsi gerarchici disciplinati dall'ormai abrogato D.P.R. 24 novembre 1971 n. 1199.

(massima n. 2)

In tema di ricorso gerarchico, il decorso del termine breve di novanta giorni per la formazione del silenzio-rigetto ai sensi dell'art. 6 D.P.R. 24 novembre 1971 n. 1199 non dÓ luogo ad effetti sostanziali, nel senso che non determina alcun provvedimento amministrativo fittizio, ma produce soltanto effetti processuali, con la conseguenza che, formatosi il silenzio, l'AutoritÓ investita dal ricorso gerarchico non perde per ci˛ solo la potestÓ di decidere e il privato ha la scelta tra ricorrere in sede giurisdizionale o straordinaria nei termini di decadenza immediatamente contro il provvedimento di base, ai sensi dell'art. 6 citato, o successivamente contro l'eventuale decisione gerarchica tardiva, ove lesiva, in base alle norme generali.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.